Sticker Museum: a Berlino esiste un museo dedicato agli adesivi!

Sticker

Se, esplorando Berlino o anche solo leggendo i nostri articoli, vi siete fatti l’idea che, nella capitale tedesca, ci sia un museo per qualsiasi cosa, non avete torto. Non dovrebbe sorprendervi più di tanto, quindi, scoprire che questa città è anche la sede di un museo degli adesivi. E in effetti, considerando che questo tipo di prodotto è solitamente associato alla street art e alla guerrilla comunicativa urbana, Berlino è il posto ideale per conservare una delle più grandi collezioni di “sticker” del mondo.

Sticker, skater e arte urbana

Il museo, che può essere visitato gratuitamente ed è gestito interamente e autonomamente dal collezionista che lo ha allestito, espone al momento circa 6.000 adesivi, provenienti da una collezione privata che ne contiene circa 20.000. Il curatore, gestore e tuttofare Oliver Baudach manda avanti questa bizzarra istituzione da solo e senza fondi pubblici, finanziandola con un negozio (di adesivi, ovviamente). Il museo è anche collegato all’azienda di adesivi Hatch e raccoglie moltissimi esempi di arte urbana, legata soprattutto all’ambito della cultura degli skater e a quello delle band musicali alternative.


Leggi anche:
La Casa sull’Albero del Muro di Berlino: storia di un indirizzo impossibile

Non a caso, la maggior parte degli sticker in esposizione hanno uno stile riconducibile alla street art, come quelli che si vedono sui lampioni, sui muri o alle fermate dell’autobus, in una grande città come Berlino. Qui di trovano però anche adesivi che rimandano a campagne politiche e sociali: piccoli elementi che si attaccano all’arredo urbano e raccontano la storia di conflitti, interazioni e dialoghi fra diversi elementi della società, che fanno da sottofondo alla nostra vita vita.

Una passione personale

Baudach ha iniziato a collezionare adesivi nel 1983 e certamente non è stato l’unico della sua generazione a coltivare questo hobby. È stato tuttavia l’unico, per quanto se ne sappia, a mantenerla per oltre 40 anni e a farne un lavoro vero e proprio.

Oltre alla collezione permanente proveniente dall’archivio privato del curatore, uno spazio adiacente ospita una serie di mostre a rotazione, incentrate su un singolo artista o stile. Il sito contiene anche un blog che tratta argomenti legati al mondo degli adesivi e dell’arte urbana, con interviste ad artisti vicini a queste correnti espressive.

Questo piccolissimo e singolare “museo” si trova a Friedrichshain, in Schreinerstraße 10, ed è aperto solo due ore alla settimana, il sabato, da mezzogiorno alle 2:00 del pomeriggio – questo perché il curatore e fondatore, nonché collezionista principale, è anche l’unico a gestirlo e ad accogliere i visitatori. L’ingresso è gratuito e a ogni visitatore viene regalato uno sticker. Le donazioni, ovviamente, sono ben accette, così come anche i contributi alla collezione da parte di artisti che vogliano esporre i propri adesivi.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!