Incendio al mercatino di Natale di Berlino davanti al Municipio Rosso

mercatino di natale di berlino

Attimi di panico hanno offuscato l’atmosfera festosa del più popolare mercatino di Natale di Berlino martedì sera, quando due bancarelle hanno preso fuoco. Il mercatino in questione, quello del Rotes Rathaus, il Municipio Rosso, è stato evacuato e chiuso e due persone sono rimaste ferite, per fortuna in modo non grave. Oltre all’immediato intervento dei vigili del fuoco, è scattata immediatamente anche un’indagine approfondita da parte dell’Ufficio di Polizia Criminale del Land, allo scopo di chiarire le cause di questo incidente.

L’incendio al mercatino di Natale di Berlino è scoppiato poco dopo le 20.00

Le fiamme hanno distrutto uno stand e ne hanno danneggiato un altro, scatenando l’allarme poco dopo le 20.00. I testimoni hanno riferito che una bancarella nella quale si dipingevano quadri è stata la prima a prendere fuoco, ma le fiamme sono state domate prima che anche quella adiacente potesse essere danneggiata in modo irreparabile. La zona è stata prontamente isolata dal circuito elettrico ed è stato interdetto l’accesso.

Solo due persone, come già detto, sono state portate in ospedale, una con ustioni lievi e l’altra per aver inalato il fumo dell’incendio.


Leggi anche:
Preparavano attentato in un mercatino di Natale o una sinagoga: arrestati due adolescenti in Germania

Misure di sicurezza aumentate

Non è ancora stato stabilito se l’incendio sia stato doloso o meno. Certo è che l’attenzione delle forze dell’ordine su tutto ciò che ha a che fare con la sicurezza dei mercatini è altissima. L’attacco al Mercatino di Natale di Berlino del 2016, nel quale morirono 12 persone e 56 rimasero ferite, ha lasciato un ricordo indelebile in Germania e, da allora, le misure di sicurezza in occasione di queste manifestazioni sono particolarmente scrupolose.

La settimana scorsa, in Nord Reno-Westfalia e Brandeburgo, due adolescenti sono stati arrestati con l’accusa di aver progettato un attentato al mercatino di Natale di Colonia. Una sorte simile è toccata, pochi giorni dopo, a un ventenne in Sassonia. In risposta a questo clima di preoccupazione, sia a Berlino che nel Brandeburgo, le misure di sicurezza sono state notevolmente rafforzate. L’organizzatore dei mercatini di Natale di Potsdam e Cottbus, per esempio, ha annunciato l’introduzione di blocchi agli ingressi, che saranno effettuati con veicoli di sicurezza, nonché un aumento del personale dedicato alla sorveglianza. La collaborazione con le forze dell’ordine è stata enfatizzata come una priorità, sottolineando un costante scambio di informazioni per garantire la massima sicurezza possibile durante gli eventi festivi.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!