Schröder offre una cena, uomo d’affari iraniano ne approfitta: arriva la polizia

uomo d'affari iraniano ufficio congresso
Gehrard Schröder. Foto: Olaf Kosinsky, CC BY-SA 3.0 DE , via Wikimedia Commons

Sembra non esserci pace per Gerhard Schröder (SPD), già in una posizione scomoda per via dei suoi rapporti con Putin, divenuti improvvisamente imbarazzanti dopo l’invasione dell’Ucraina. Sabato 14 ottobre, in occasione di una cena organizzata ad Amburgo, si è infatti verificato un incidente increscioso che ha coinvolto uno degli ospiti dell’ex cancelliere, un uomo d’affari iraniano, al punto da causare l’intervento della polizia. Al centro dello scandalo, un conto non pagato di diverse migliaia di euro.

La cena di Schröder finisce male: un uomo d’affari iraniano ordina 6.117 euro di drink

Secondo quanto riportato da Bild, Gerhard Schröder e i suoi ospiti avrebbero consumato la cena in questione all’interno del ristorante bistellato di un lussuosissimo hotel di Amburgo e Schröder avrebbe chiarito in anticipo che avrebbe coperto solo i costi del menu prestabilito (che comprendeva anche “Wagyu bavarese” e limoni di Amalfi). Chi avesse ordinato qualche extra avrebbe dovuto pagare separatamente, in autonomia. In totale, un menu di sette portate nel ristorante in questione costa circa 240 euro a portata, escluse le bevande.

Tuttavia, sembra che uno dei presenti, un imprenditore iraniano di 41 anni, abbia ordinato drink per 6.117 euro. Si sarebbe quindi inalberato, una volta ricevuto il conto, rifiutandosi di saldarlo. A quel punto, di fronte a questo atteggiamento, la direzione del ristorante avrebbe chiesto l’intervento della polizia.

Quando le forze dell’ordine sono arrivate sul posto, intorno alle 18:59, l’uomo d’affari iraniano era già sparito. In base a quanto riportato dalla stampa tedesca, che cita fonti di polizia, pare che il 41enne abbia già avuto problemi di questo genere in passato e potrebbe dunque aprirsi ora un’indagine per frode. Intanto sia Gerhard Schröder, sia la direzione del prestigioso ristorante, si sono rifiutati di commentare l’accaduto con la stampa.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!