Turista israeliano aggredito a Kreuzberg: si indaga su possibile movente antisemita

trovato morto israeliano bambino re di Israele sparatoria taglio
Kevin.B, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Sabato sera, un turista israeliano è stato brutalmente aggredito a Berlino, nel distretto di Kreuzberg. Ulteriori dettagli sulla dinamica dei fatti sono stati forniti dalle forze dell’ordine.

Turista israeliano aggredito a Berlino, nel distretto di Kreuzberg

Il giovane, che ha 19 anni, ha raccontato di essersi trovato a passeggiare con una ragazza di 18 lungo il marciapiede di Hedemannstraße, intorno alle 22.15. Mentre conversava al telefono in ebraico, un’auto con quattro persone a bordo si è fermata accanto alla coppia e dal veicolo sono scesi tre uomini, uno dei quali gli ha rivolto la parola, cercando di comunicare con lui in tedesco. Lingua che però, in base a quanto dichiarato dalla polizia, il 19enne non parlerebbe.


ricarda lang görlitzer

Leggi anche:
Emergenza Görlitzer Park, Ricarda Lang non ci camminerebbe sola di notte

A quel punto, una rapida escalation. Il giovane è stato spinto violentemente a terra e gli aggressori hanno cominciato a picchiarlo e a prenderlo a calci, accanendosi mentre giaceva a terra, prima di allontanarsi velocemente a bordo dell’auto con cui erano arrivati. In base a quanto riferito dalle forze dell’ordine, l’età dei responsabili dell’aggressione varierebbe tra i 20 e i 23 anni.

La vittima è quindi riuscita a raggiungere il pronto soccorso di un ospedale, dove ha ricevuto cure per alcune lievi ferite al braccio e al volto, mentre la ragazza è fortunatamente rimasta illesa. Nel frattempo, l’accaduto è stato denunciato alle forze dell’ordine, che stanno effettuando analisi approfondite per far luce sulla vicenda.

Il dipartimento per la protezione dello Stato della polizia criminale ha avviato un’indagine su questo grave episodio e sta investigando per lesioni personali pericolose e verificando, inoltre, se l’aggressione possa avere una matrice antisemita.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!