Germania: droni contro Mosca conformi a diritto internazionale: “È stata la Russia ad attaccare”

rafah disastro sanitario goethe-institut risoluzione israele droni cherosene parodia nato politica estera femminista sondaggio
Annalena Baerbock, 30 November 2022. Photo credits: EPA-EFE/ROBERT GHEMENT

Annalena Baerbock (Verdi), ministra degli esteri tedesca, ha dichiarato che gli attacchi tramite droni che stanno avvenendo in territorio russo sono conformi al diritto internazionale. Nel corso di una conferenza stampa tenuta martedì a Berlino, assieme al suo omologo estone Margus Tsahkna, Baerbock ha espresso con chiarezza questa posizione, affermando che “la Russia ha attaccato l’Ucraina” e di conseguenza “l’Ucraina si sta difendendo nel quadro del diritto internazionale”.

Attacchi con droni in territorio russo: per Baerbock, coperti dal diritto internazionale

Nelle ultime settimane si è verificato un incremento di attacchi effettuati con i droni sia nei pressi di Mosca, che in aree prossime al confine ucraino. Secondo il Cremlino, due apparecchi sarebbero stati abbattuti nella regione di Mosca il mattino del 22 agosto, mentre un altro drone sarebbe precipitato vicino a Chastsy, a circa 20 chilometri a ovest della capitale, e un altro ancora alla periferia della vicina Krasnogorsk. Non si sarebbero registrate vittime, ma ci sarebbero stati danni minimi a edifici e veicoli.

Nella regione di Briank, al confine con l’Ucraina, sarebbero stati invece abbattuti altri due droni senza pilota. Mentre la Russia continua ad asserire che la responsabilità è di Kiev, l’Ucraina non sembra aver fornito dettagli specifici in merito.


niger

Leggi anche:
Berlino chiede sanzioni contro i golpisti del Niger. Ad Accra, vertice Ecowas

A una domanda specifica rivoltale durante la conferenza stampa e relativa agli attacchi, la ministra Baerbock ci ha tenuto a ribadire che è la Russia ad avere iniziato una guerra d’aggressione contro un altro Paese e che l’Ucraina, di conseguenza, ha e mantiene il diritto alla difesa del suo territorio e del suo popolo, un diritto garantito dalla Carta delle Nazioni Unite. La stessa Carta che invece la Russia ha violato.

“La Russia bombarda incessantemente obiettivi civili in Ucraina, silos di grano, ospedali, chiese. E l’Ucraina si difende nel quadro del diritto internazionale” ha sottolineato Baerbock.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!