Sventola uno spinello davanti agli agenti. Perquisito. In auto gli trovano di tutto

spinello

Una caratteristica piuttosto comune, fra coloro che si dedicano a traffici vietati dalla legge, è quella di sforzarsi di non attirare l’attenzione delle forze dell’ordine per nessun motivo. Completamente diverso l’approccio del ventinovenne che lunedì, dopo aver lasciato il celebre Fusion Festival, conclusosi il 2 luglio a Lärz, nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore, ha pensato bene di salutare una pattuglia di agenti, sventolando vistosamente uno spinello.

Dopo l’esibizione dello spinello è scattato il controllo: nell’auto ecstasy e marijuana

I poliziotti non hanno gradito il gesto e hanno fermato il veicolo per effettuare dei controlli, trovando gli occupanti in possesso di altre sostanze illecite. Fra le droghe sequestrate c’erano anche 46 pasticche di ecstasy del tipo conosciuto come “Blue Punisher”.

Queste particolari pasticche sono arrivate improvvisamente alla ribalta di tutta la stanza tedesca dopo che una bambina di 13 anni e morta e altre due adolescenti sono finite in ospedale in gravissime condizioni nella zona di Altentreptow, nel medesimo Land in cui si svolge il Fusion Festival. A bordo dell’auto sono state scoperte anfetamine e una piccola quantità di marijuana.


Leggi anche:
Ecstasy “potenziata”: muore una tredicenne in Germania. Altre due adolescenti sono in ospedale

Il controllo è avvenuto lunedì nei pressi di Vipperow, a circa sei chilometri dal luogo dove si svolge il festival. L’uomo, originario del Mali, è stato arrestato. Il ventinovenne non risulta avere un permesso di soggiorno e la sua domanda di asilo risulta respinta nel 2013. Accertamenti della procura locale hanno inoltre rivelato diverse indagini a carico del ventinovenne per violazione della legge sull’immigrazione e per traffico e consumo di stupefacenti.

111 denunce per droga dopo il Fusion Festival

In generale, i controlli di polizia in corrispondenza del Fusion Festival hanno portato, sempre secondo i dati delle procure circostanti, a 111 denunce per possesso di stupefacenti. Le sostanze più frequentemente sequestrate in questi casi sarebbero cocaina, metanfetamina, funghi allucinogeni, hashish, marijuana ed ecstasy. Fino a ora, la polizia avrebbe rinvenuto un totale di 106 pastiglie dell’ormai tristemente famosa “Blue Punisher”. Gli organizzatori del festival non hanno commentato l’accaduto. Si sa però che, la scorsa settimana, era stato proprio il personale dell’evento a chiamare le forze dell’ordine per denunciare un presunto spacciatore, poi arrestato perché trovato in possesso di centinaia di pillole di ecstasy, tra cui 60 “Blue Punisher”, più di 180 dosi di LSD, altre sostanze illegali e circa 10.000 Euro in contanti.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!