Votare ogni cinque anni anziché ogni quattro? Così la Germania progetta di estendere il mandato del parlamento

bundestag cinque anni

La Germania potrebbe essere sul punto di prolungare il mandato del Bundestag, portandolo da quattro a cinque anni. La Commissione parlamento tedesco sulla riforma delle elezioni del Bundestag e sulla modernizzazione dei lavori parlamentari ha votato giovedì sera per la proposta della SPD, dei Verdi e della FDP, che ha ricevuto anche il sostegno della CDU/CSU. Non è ancora chiaro quando la proposta verrà attuata concretamente, ma un’estensione del periodo legislativo richiederebbe una modifica della Costituzione, con il necessario sostegno della maggioranza di due terzi.

Estendere il mandato e riformare il voto dall’estero e l’età di voto: le proposte della commissione

La motivazione principale dietro la proposta di prolungare il periodo elettorale è quella di dare alla legislatura maggior tempo per attuare le riforme strutturali, senza essere interrotta dalla fase di formazione del governo e dalla campagna elettorale. Konstantin Kuhle, che rappresenta l’FDP nella commissione, ha dichiarato che “con un periodo elettorale di cinque anni, la legittimità democratica sarebbe comunque sufficientemente garantita”. Inoltre, Kuhle ha indicato un’altra riforma che, a suo parere, la legislatura dovrebbe prendere in condsiderazione, ovvero l’abbassamento dell’età di voto a 16 anni e una semplificazione della possibilità di voto per i tedeschi residenti all’estero. Alla luce della mobilità internazionale di molte persone, ha dichiarato, i notevoli ostacoli burocratici che si presentano ai tedeschi che vogliano esercitare il proprio diritto di voto dall’estero sono ormai anacronistici.


Leggi anche:
Riduzione dei parlamentari: il Bundestag avrà 630 membri invece di 736

In quasi tutti i Länder si vota ogni cinque anni

Il rappresentante dell’SPD Sebastian Hartmann ha espresso un parere simile a quello di Kuhle, affermando che “con l’aggiustamento dei periodi elettorali, stiamo entrando in una situazione in cui la fase di lavoro parlamentare si allunga”. La proposta di prolungare il periodo di durata dell’esecutivo, come già detto, può contare anche sul sostegno della CDU/CSU, che ha mostrato apertura durante le deliberazioni della commissione. Tuttavia, il rappresentante dell’Unione Ansgar Heveling ha aggiunto che occorre sottolineare che si tratta solo di una raccomandazione della Commissione e non di un mandato legislativo, e che il processo decisionale del gruppo parlamentare è ancora in corso.

In tutti i Länder tedeschi, con la sola eccezione della città-stato di Brema, il mandato dura già cinque anni.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest