Germania e Corea del Sud uniscono le forze su energia e cooperazione

sanzioni all'iran leva emiro malato maschera corea guerrafondaio
sanzioni all'iran Olaf Scholz. EU Summit a Bruxelles, 23 Marzo 2023. Photo credits EPA-EFE/STEPHANIE LECOCQ

Germania e Corea del Sud hanno dichiarato di voler rafforzare la loro cooperazione, sia sul piano economico che su quello della sicurezza, in occasione dell’incontro tra il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente sudcoreano Yoon Suk Yeol, avvenuto domenica a Seul.

Scholz è arrivato in Corea nel pomeriggio, dopo il vertice del G7 tenutosi in Giappone. Il cancelliere ha visitato la zona demilitarizzata tra la Corea del Nord e la Corea del Sud e ha quindi incontrato il presidente coreano, con cui ha sottolineato quanto la Germania e la Corea del Sud siano unite dall’esperienza della divisione.

Incontro tra Olaf Scholz e Yoo Suk Yeol: Germania e Corea del sud rafforzano la cooperazione

Dopo l’incontro, Yoon Suk Yeol ha specificato gli ambiti della cooperazione tra i due Paesi, parlando di commercio e di investimenti congiunti in settori ad alta tecnologia, come quelli relativi a idrogeno, semiconduttori e in generale all’energia pulita. Ha quindi confermato la volontà di Seul e Berlino di rafforzare la cooperazione nell’ambito delle catene di approvvigionamento.


Zelensky a Berlino corea

Leggi anche:
Zelensky a Berlino ringrazia per il sostegno. “Ucraina pronta alla pace, ma solo dopo il ritiro delle truppe russe”

I due leader hanno quindi parlato della situazione interna della Corea e della sicurezza nell’Indo-Pacifico. In un’intervista all’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, Scholz aveva già condannato i test nucleari e missilistici della Corea del Nord. Il cancelliere tedesco ha tuttavia anche ribadito, durante il suo colloquio con il leader sudcoreano, l’importanza di lasciare spazio al dialogo e alla mediazione. Si è poi parlato della situazione ucraina e della guerra di aggressione russa.

Il colloquio tra leader ha riguardato anche la situazione ucraina

Per quanto riguarda la questione ucraina, la Corea del sud ha aderito alle sanzioni internazionali contro la Russia e ha scelto di fornire aiuti umanitari a Kiev, ma ha finora rifiutato di fornire armi. Scholz ha accolto con favore il sostegno umanitario e il supporto delle sanzioni. Quanto al resto, ha sottolineato il diritto di ogni nazione a decidere in modo autonomo come aiutare l’Ucraina.

Dal canto suo, Yoon Suk Yeol, che durante il G7 ha incontrato in Giappone il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ha promesso ulteriori aiuti, come attrezzature per lo sminamento e ambulanze. Dopo l’incontro con il cancelliere tedesco, il leader coreano ha ribadito che la Corea del Sud e la Germania continueranno a sostenere l’Ucraina.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!