Sabato sera scontri in Rigaer Straße: undici poliziotti feriti

liceale spari corpo esibizionista nono piano diciottenni pedone rigaer processo undicenne reati moabit ascia anissa attacco transfobico retata tratta di esseri umani telegram disabile quattordicenne 84enne 14enne evaso

Sabato sera, undici poliziotti sono rimasti feriti in seguito a una serie di scontri che hanno avuto luogo in Rigaer Straße, nel distretto berlinese di Friedrichshain.

In base a quanto riferito domenica dalle autorità, gli agenti di pattuglia avrebbero notato un raduno di una settantina di persone in Forckenbeckplatz, intorno alle 21.00. Dopo l’esplosione di una batteria di fuochi d’artificio, circa 30 di queste settanta persone sarebbero scappate verso l’incrocio con  Liebigstraße.


punk

Leggi anche:
Punk is over. La storia delle case occupate di Berlino e il loro destino

Scontri in Rigaer Straße: un’azione in più tempi

Poco dopo, per la precisione intorno alle 21.20, i poliziotti sono stati bersagliati da fuochi d’artificio provenienti dai tetti degli edifici residenziali, con una dinamica che si è in seguito ripetuta, circa dieci minuti dopo, all’incrocio tra Zellestraße e Rigaer Straße. In questa seconda occasione, sarebbe stato colpito anche un veicolo di emergenza. Sessanta persone, all’incirca, sono in seguito state viste circolare senza metà e in piccoli gruppi, nei dintorni. La dinamica, tuttavia, non si è esaurita con questo secondo attacco.

Alle 22.30, infatti, in Riager Straße, cinque persone hanno sparato fuochi di artificio contro gli agenti e spruzzato il contenuto di un estintore nella loro direzione, ferendo undici poliziotti, che hanno inalato la polvere estinguente. Gli agenti sono riusciti comunque a restare in servizio. Intanto, il piccolo gruppo di aggressori si dileguava, senza essere identificato. La situazione, però, non si è placata e circa 20 minuti dopo c’è stato un nuovo lancio di fuochi d’artificio contro gli agenti, tra Liebig Straße e Rigaer Straße. In segutio al lancio, è stato colpito un agente, fortunatamente rimasto illeso. Questo è stato l’ultimo atto della movimentata escalation di sabato sera. Undici donne e sei uomini sono stati identificati e sono state avviate prime indagini per lesioni personali pericolose, aggressione a pubblico ufficiale e danni alla proprietà. Sono stati inoltre sequestrati due fumogeni.

Era un po’ di tempo che non si verificavano problemi legati a questa particolare strada, che a lungo è stata teatro di scontri, soprattutto legati alla controversa questione della sopravvivenza delle “case progetto”m occupate dopo la caduta del Muro.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!