Berlino, maratona elettorale nel 2023: tutte le nuove elezioni

nuove elezioni reddito di cittadinanza
Foto di Stefano Comi

Berlino si prepara a quella che potrebbe essere una vera e propria maratona elettorale. Nei prossimi mesi del nuovo anno, infatti, i residenti della capitale tedesca verranno chiamati di nuovo alle urne, nel tentativo di riparare al disastro delle elezioni del settembre 2021.

Dopo appena 16 mesi e a causa degli innumerevoli disservizi e ritardi che hanno inficiato l’ultimo risultato, i berlinesi tornano dunque a votare e sono già pronte una serie di date. Ma quali?


ripetute

Leggi anche:
Berlino, le elezioni saranno parzialmente ripetute: troppi gli errori del 2021

Nuove elezioni 2023: tutti gli appuntamenti di Berlino

IL 12 febbraio del 2023, ci saranno le elezioni per l’Abgeordnetenhaus, il parlamento cittadino, e per i 12 distretti di Berlino. Saranno 2,8 milioni i cittadini che verranno chiamati a votare, per un costo stimato in circa 39 milioni di euro.

C’è poi il referendum per la neutralità climatica entro il 2030 e i Verdi spingono per farlo contestualmente, sempre a febbraio. Si oppongono la sindaca Franziska Giffey (SPD) e la senatrice agli Interni, la compagna di partito Iris Spranger, che ritengono una possibile sovrapposizione “inaccettabile” dal punto di vista organizzativo. Il materiale relativo al referendum, infatti, non è ancora pronto, le scadenze sono troppo vicine e i problemi delle elezioni del settembre del 2021, inoltre, sono nati proprio dall’intersezione di troppi appuntamenti elettorali. Se prevarrà la linea indicata da Giffey e Spranger, per il referendum si dovrà aspettare la prima o la seconda domenica di aprile.

pacchetto di aiuti
Franziska Giffey, Berlin, 02 June 2022. EPA-EFE/FILIP SINGER

C’è infine la ripetizione delle elezioni del Bundestag, il parlamento federale, la cui data è però spostata all’estate. Le nuove elezioni dovrebbero essere previste in agosto e riguarderebbero 431 dei 2300 collegi elettorali, coinvolgendo almeno 500.000 elettori berlinesi. Sempre che la decisione del Bundestag di ripetere le elezioni non venga impugnata davanti alla Corte Costituzionale tedesca. In questo caso, la data subirebbe un inevitabile slittamento, addirittura al 2024.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest