Berlino, l’obbligo di mascherina resta almeno fino a metà gennaio

obbligo di mascherina

Il senato di Berlino ha deciso di prorogare l’obbligo di mascherina vigente sui mezzi pubblici, negli ospedali e nelle case di cura, oltre che nelle carceri.

La capitale tedesca segue dunque una strada diversa rispetto a quella di altri Länder, in cui tale obbligo è stato invece eliminato.


accogliere i rifugiati cittadinanza tedesca

Leggi anche:
Stretta sulle armi da fuoco in Germania: lo annuncia la Ministra dell’Interno dopo la retata dei Reichsbürger

Obbligo di mascherine sui mezzi: Berlino sceglie di prorogarlo

La capitale tedesca si muove in controtendenza rispetto ad altri Länder, per quanto riguarda l’allentamento dell’obbligo di mascherina sui mezzi e in altri contesti pubblici. Tale obbligo è stato ad esempio eliminato in Sassonia-Anhalt e Baviera, ma Berlino ha deciso diversamente.

L’ordinanza di protezione dalle infezioni che prescrive tale obbligo, valida fino al 21 dicembre, verrà infatti prorogata fino al 17 gennaio. Lo ha confermato la senatrice della sanità, Ulrike Gote (Verdi). Dopo il 17 gennaio verranno effettuate nuove valutazioni sulla situazione generale e sulle decisioni da prendere per il futuro.

pacchetto di aiuti
Franziska Giffey, Berlin, 02 June 2022. EPA-EFE/FILIP SINGER

“Ciò significa che, al momento, non apporteremo alcuna modifica all’obbligo di indossare la mascherina sui mezzi pubblici, come previsto in altri Stati federali”, ha dichiarato martedì la sindaca Franziska Giffey, dopo una riunione del Senato cittadino.

Al momento, oltre che nell’ambito del trasporto pubblico, l’obbligo della mascherina sussiste anche nel settore sanitario e quindi in tutti gli ospedali e case di cura, ma anche all’interno delle carceri.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest