A Berlino arrivano 11 minori non accompagnati ogni giorno – l’allarme del Senato

11 minori

Il Senato di Berlino continua a lanciare l’allarme, anche a livello federale, rispetto alla difficoltà di gestire l’attuale ondata migratoria. Già poche settimane fa, la sindaca Franziska Giffey (SPD) aveva chiesto al governo federale un supporto specifico nella fornitura di alloggi, per i rifugiati in continuo aumento. Recenti informazioni condivise dalla Senatrice per la gioventù Astrid Busse (SPD) con il quotidiano Tagesspiegel, inoltre, pongono l’attenzione in particolare sul fatto che, nella capitale tedesca, arriverebbero in media 11 minori non accompagnati al giorno.

11 minori non accompagnati ogni giorno: una percentuale in crescita

Rispetto alla crisi dei rifugiati del 2015/2016, legata soprattutto alla guerra in Siria, nel 2022 la percentuale di minorenni che arrivano in Germania da soli sarebbe aumentata. Le rotte sono diverse, per quanto le cause siano comparabili. La maggior parte dei minori arrivano da Paesi nei quali rischiano la coscrizione militare o fuggono da dittature o condizioni di povertà estrema. Alla fine di novembre erano già 2727 i minori non accompagnati arrivati a Berlino, contro i 699 dello scorso anno.


Leggi anche:
Rifugiati a Berlino: tendopoli, hotel e ostelli ospiteranno 10.000 persone

Il Senato di Berlino si trova quindi di fronte a crescenti difficoltà, al momento, nel trovare una sistemazione e garantire la registrazione e la sicurezza dei bambini e degli adolescenti che arrivano nella capitale da soli. Per quanto il numero dei posti letto sia stato decuplicato negli ultimi mesi, con l’intervento di fornitori indipendenti e l’acquisizione di posti letto in complessi residenziali, ostelli e alberghi, le risorse non sono sufficienti a soddisfare la domanda. Il Senato deve accogliere circa 80 nuovi minori non accompagnati ogni settimana, distribuendoli fra i vari distretti, per le procedure di prima accoglienza, verifica dello stato di salute, di eventuali documenti e delle situazione delle famiglie per valutare possibili ricongiungimenti.

pacchetto di aiuti
Franziska Giffey, Berlin, 02 June 2022. EPA-EFE/FILIP SINGER

Il problema è complicato dalla carenza di personale necessario

Oltre agli alloggi, il Senato di Berlino fatica anche a garantire il personale necessario per completare le procedure di accoglienza e per occuparsi dei minori. Oltre al personale didattico, mancano anche persone qualificate a prendersi cura dei nuovi arrivati in generale. Questi ultimi, secondo quanto riportato dal Tagesspiegel, finiscono per essere abbandonati a se stessi negli ostelli o negli alloggi del Land, per periodi di tempo anche piuttosto lunghi. Questo fatto, unito alle diverse necessità dei minori, crea spesso tensioni, stando a quanto dichiarato dagli assistenti sociali che se ne occupano.

Gli educatori riportano, per esempio, che mentre la maggior parte degli adolescenti maschi arrivati senza famiglia da Paesi come l’Afghanistan, la Siria, il Libano, nonché alcuni giovani curdi arrivati dalla Turchia, desiderano prevalentemente un posto dove stare e di essere lasciati tranquilli, i giovani ucraini arrivati più di recente in pullman per evitare di essere reclutati nell’esercito sembrano più attivi e interessati a divertirsi.

La maggior parte dei minori non accompagnati dichiara tra i 16 e i 17 anni

Rispetto al 2015/2016, l’età media si è leggermente alzata: la maggior parte di loro dichiara fra i 16 e i 17 anni. Al 15 novembre, tuttavia, 126 bambini di età inferiore ai 14 anni, la maggior parte dei quali arrivati in modo irregolare e attraverso rotte legate al contrabbando di esseri umani, erano stati accolti dall’Ufficio del Land per l’assistenza ai minori.

Insieme alle associazioni SozDia Stiftung Berlin e Spendenbrücke Ukraine, alla Chiesa dei Rifugiati e a Tamaja, il Senato ha ora creato l’ufficio di coordinamento UMGeben, allo scopo di coordinare l’impegno civile in aiuto dei giovani rifugiati, reclutare volontari per gestire attività ricreative, lezioni di tedesco, ma anche raccogliere donazioni di indumenti e scarpe invernali. Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili qui.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest