Elezioni italiane 2022: tutto quello che c’è da sapere sul voto all’estero

voto all'estero
Fonte: Ambasciata d'Italia in Germania

Le prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento italiano sono previste per il 25 settembre 2022 e diverse categorie di elettori che si fuori dall’italia, temporaneamente o permanentemente, possono votare per corrispondenza. A ricevere per posta il plico elettorale saranno gli elettori iscritti all’AIRE e quelli temporaneamente all’estero che abbiano presentato l’opzione per il voto all’estero al proprio Comune entro il 24 agosto 2022. Gli iscritti AIRE che hanno optato per il voto in Italia entro il 31 luglio potranno votare presso il loro Comune italiano di riferimento.

Gli elettori che non avessero ricevuto il plico elettorale entro l’11 settembre potranno contattare la Cancelleria consolare dell’Ambasciata d’Italia a Berlino all’indirizzo email [email protected] e chiedere il duplicato.

Voto all’estero: gli obblighi degli elettori

In base all’articolo 48 della Costituzione italiana, il voto è personale ed eguale, libero e segreto.
L’elettore deve restituire la busta già affrancata contenente le schede elettorali votate, per posta, in modo che arrivi alla Cancelleria consolare entro – e non oltre – le ore 16:00 del 22 settembre 2022.

Inoltre, l’elettore ha l’obbligo di custodire personalmente il materiale elettorale inviatogli dall’Ambasciata o dal Consolato: è assolutamente vietato cedere il materiale elettorale a terzi. Violare le disposizioni in materia, per esempio votando più volte, significa incorrere nelle sanzioni previste dalla Legge.

L’Ambasciata d’Italia a Berlino ha creato anche una guida pratica per il voto all’estero, nonché un video informativo dedicato specificamente alle elezioni di settembre.