Brandeburgo, muore suicida in carcere a 35 anni

suicida

Un detenuto di 35 anni è morto suicida nel carcere di Brandenburg an der Havel, il 20 settembre 2022. La notizia è stata diffusa dall’addetto stampa del ministero della Giustizia del Land, che ha raccolto una serie di dichiarazioni ufficiali in un comunicato.

Suicida in carcere: muore un 35enne nel Brandeburgo

L’uomo stavo scontando diverse pene detentive sostitutive, legate alle procure di più Stati federali, ed è stato ritrovato impiccato nella sua cella. Inutili sono stati i tentativi di rianimarlo, posti in essere dal personale del carcere e dal medico convocato d’urgenza.


se lo meritava

Leggi anche:
Uccide l’ex con 26 coltellate: “Se lo meritava”. Ma al processo parla di blackout

Al momento, sembrerebbe accertato il suicidio. Non ci sono infatti indizi che qualcun altro possa avere avuto un qualche ruolo nella morte del 35enne, che aveva comunque manifestato sintomi di un disagio psicologico. In base a quanto dichiarato dal personale della struttura penitenziaria, tuttavia, non avrebbe fornito indizi che potessero far pensare a un’ideazione suicidaria.

Il Ministero della Giustizia Brandeburgo ha avviato, come di consueto, indagini tese ad accertare la dinamica del suicidio ed è stato inoltre convocato il responsabile della prevenzione dei suicidi del sistema penitenziario del Brandeburgo. Torna comunque a riproporsi l’urgenza di un dibattito che affronti il problema della compatibilità tra disagio psichiatrico e permanenza in carcere.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest