Berlino, chiede una sigaretta e poi calci in testa: rapinatore agisce due volte a Gesundbrunnen

sigaretta

Giovedì mattina, due uomini sono stati rapinati e violentemente presi a calci in testa da quella che si presume essere la stessa persona. L’aggressore ha chiesto a entrambi una sigaretta, prima di sferrare un attacco violentissimo, che ha mandato una delle due vittime in ospedale.

Chiede una sigaretta e agisce con violenza: due attacchi a Gesundbrunnen

Il primo incidente è avvenuto vicino alla stazione S-Bahn di Gesundbrunnen, poco dopo le 5.00 del mattino, quando un 44enne è stato avvicinato da uno sconosciuto, che gli ha chiesto una sigaretta. Il 44enne gliel’ha negata e l’altro ha reagito gettandolo a terra e prendendolo ripetutamente a calci sulla testa. Gli ha poi rubato lo zaino e si è allontanato a bordo di un’S-Bahn, lasciando il 44enne steso a terra. La vittima dell’aggressione ha riportato lievi ferite, che sono state curate in ospedale.

Il secondo incidente è avvenuto poco dopo, intorno alle 5.40, a Putlitzbrücke, Moabit, dove un uomo di 62 anni ha subito la stessa sorte del 44enne. Si è infatti ripetuto il copione della richiesta di una sigaretta e il 62enne è stato quindi gettato a terra e preso violentemente a calci, sulla testa e sul viso. La vittima ha riportato gravi ferite, soprattutto alla testa, al punto che è stato necessario il ricovero in ospedale. L’aggressore ha rubato anche lo zaino del 62enne, lasciando sul posto quello sottratto al 44enne. La polizia sta indagando per risalire al colpevole.


ergastolo

Leggi anche:
Sparò a un cassiere per non indossare la mascherina: ergastolo a Mario N.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest