Berlino, aggressione razzista a Wedding

problema di nazismo

Domenica pomeriggio si è verificata un’aggressione, che si presume razzista, nel distretto berlinese di Wedding.

Un uomo di 43 anni ha infatti aggredito un 26enne, minacciando anche un testimone che ha assistito alla scena.


incendio a grunewald

Leggi anche:
Incendio a Grunewald: esplosioni nella notte, Avus ancora chiuso

Aggressione razzista a Berlin-Wedding

L’episodio è avvenuto attorno alle 13.00, in Luxemburger Straße, quando il 26enne è stato colpito all’improvviso con un pugno alla schiena dall’aggressore, che lo ha poi colpito alla bocca, lacerandogli il labbro. Lo avrebbe inoltre anche insultato in modo razzista, in base a quanto riportato da un testimone presente alla scena, anche se la vittima non parla tedesco e non è stata in grado di riferire direttamente la natura degli insulti.

A questo punto l’aggressore si è rivolto anche al testimone, minacciandolo di colpirlo se non si fosse allontanato immediatamente, ed è fuggito. A quel punto, il testimone ha allertato le forze dell’ordine, che hanno rintracciato e quindi arrestato il 43enne, a cui è stato anche fatto un alcol test, risultato negativo. L’uomo dovrà rispondere del reato di aggressione, ingiuria e minacce. I servizi di emergenza hanno invece prestato le cure di primo soccorso alla vittima, direttamente sul posto. Sono al momento in corso ulteriori indagini.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest