Scuole elementari in Germania: i bambini di quarta hanno problemi di lettura, ortografia e matematica

scuole elementari in Germania

Uno studio condotto dall’Istituto per lo sviluppo della qualità nell’istruzione (IQB) presentato dalla Conferenza permanente dei Ministri dell’Istruzione e della Cultura dei Länder della Repubblica Federale Tedesca (Kultusministerkonferenz, o KMK), che esamina ogni cinque anni lo stato degli studenti della quarta classe, ha fatto emergere di recente un quadro poco confortante per le scuole elementari in Germania. Sembra infatti che, rispetto a dieci anni fa, il livello di rendimento degli alunni sia calato drammaticamente e che moltissimi bambini della quarta classe abbiano difficoltà nella lettura, nell’ortografia e nella matematica. Lo studio è stato condotto fra aprile e agosto 2021 e i risultati evidenziano un calo nella capacità di lettura pari a circa un terzo dell’anno scolastico rispetto al 2016 e un calo nelle competenze relative a ortografia e matematica pari a un quarto rispetto al rendimento dello stesso anno. Se si confrontano i risultati con quelli del 2011, il divario arriva all’equivalente di mezzo anno scolastico.

Questo vuol dire che, rispetto ai loro coetanei di un decennio fa, gli alunni delle scuole elementari in Germania oggi apprendono circa la metà.

Un bambino su tre non raggiunge lo standard minimo in ortografia

Lo studio è stato condotto su un campione di 27.000 bambini iscritti a 1.500 scuole, distribuite in tutto il Paese. I test effettuati evidenziano gravi difficoltà nella lettura per circa un bambino su tre nella quarta classe. Ancora peggiori i risultati in materia di ortografia: meno della metà dei bambini ha raggiunto un livello di competenza nella scrittura che si possa considerare “standard regolare” per un allievo della quarta elementare, mentre circa il 30% non ha raggiunto neppure quello che si considera lo “standard minimo” per quell’età. Un bambino su cinque non raggiunge neppure lo standard minimo in lettura, comprensione di un testo e matematica.

Scuole elementari in Germania penalizzate dalla DAD? Non solo. Secondo gli esperti il problema è precedente alla pandemia

Secondo la KMK, le cause sarebbero da ricercare negli effetti della pandemia sul sistema scolastico. Le chiusure e la DAD, infatti, avrebbero danneggiato notevolmente la qualità dell’apprendimento nei bambini. Inoltre, ha sottolineato la presidente della KMK Karin Prien, i test sono stati effettuati subito dopo un periodo di lunga chiusura delle scuole in tutto il Paese.


Leggi anche:
Le scuole di Berlino non dichiareranno più la percentuale di alunni di lingua non tedesca. La CDU protesta

Secondo gli autori dello studio, invece, le chiusure dovute al Covid sono responsabili solo in parte di questo risultato deludente e sicuramente hanno peggiorato la situazione per i bambini che avevano già problemi di apprendimento, indipendentemente dalla pandemia. Tuttavia, considerando che un calo notevole si era già registrato fra il 2011 e il 2016, i ricercatori non ritengono che la pandemia e le conseguenti misure di sicurezza siano da individuare come cause uniche del mancato apprendimento di competenze fondamentali da parte dei bambini. Fra le altre possibili cause, gli autori indicano i cambiamenti nella composizione del corpo studentesco, i nuovi requisiti scolastici e le modifiche organizzative apportate nelle scuole.

Penalizzati soprattutto i figli degli immigrati

Lo studio evidenzia inoltre l’aumento del legame fra rendimento scolastico e status socio-economico, che pone in considerevole svantaggio i figli degli immigrati e i bambini provenienti da famiglie meno abbienti. I risultati peggiori sono quelli ottenuti dai bambini nati all’estero, i quali, per la particolare struttura del sistema scolastico tedesco, rischiano di vedere le loro possibilità scolastiche e professionali future dettate dai risultati ottenuti proprio nel corso del primo ciclo di istruzione. Il presidente dell’Associazione degli insegnanti tedeschi, Heinz-Peter Meidinger, ha dichiarato che da questo studi emerge una “misera pagella” per la politica dell’istruzione in Germania.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest