Lufthansa, 150 voli cancellati e 364 voli fantasma fino a giovedì prossimo: cosa significa

carburante a impatto zero lufthansa

La situzione di Lufthansa è al momento a dir poco disastrosa. Tra cancellazioni di voli, ritardi e problemi di ogni tipo che fanno infuriare i passeggeri, la compagnia aerea tedesca di bandiera ha già cancellato circa 3000 voli.

Per fronteggiare le relative difficoltà, avrebbe dunque deciso di mobilitare i cosiddetti voli fantasma, che trasportano cioè solo bagagli ed equipaggio.


Leggi anche:
Ragazzi italiani delle medie bloccati in aeroporto da 3 giorni a Francoforte

Lufthansa: 3000 voli cancellati tra luglio e agosto

Molte persone hanno lamentato problemi registrati con Lufthansa, recentemente. Circa la settimana scorsa, Il Mitte ha pubblicato un articolo sulla disavventura di un gruppo di ragazzi italiani delle medie, bloccati a Francoforte per tre giorni e ripartiti in base a dinamiche a dir poco rocambolesche. Un esempio che riflette una situazione di caos che riguarda sicuramente molto la compagnia tedesca, ma più in generale il traffico aereo in Europa, disturbato da scioperi, carenza di personale e problemi gestionali.

In questo quadro poco esaltante, Lufthansa ha già cancellato più di 3000 voli, relativamente ai mesi di luglio e di agosto, per stabilizzare gli orari e quindi eliminare le incertezze che hanno afflitto i passeggeri negli ultimi tempi. Questo però, ha inevitabilmente causato altri problemi, che la compagnia tedesca ha pensato di risolvere con i cosiddetti “voli fantasma”.

Voli fantasma: in questo modo Lufthansa cerca di gestire i

I voli fantasma sono quelli che non trasportano passeggeri, ma solo i bagagli e il personale di bordo e il loro scopo è quello di “stabilizzare gli equipaggi” e agevolare le procedure.

In base a un documento interno riportato da Der Spiegel, fino almeno a giovedì prossimo dovranno essere cancellati altri 105 voli e dovranno essere effettuati 364 voli fantasma da Francoforte. Sempre secondo lo Spiegel, particolarmente colpiti saranno voli serali (circa il 37%) e pomeridiani (circa il 17%). La prossima settimana si deciderà quindi se estendere la misura.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest