Donazione illegale: il Bundestag chiede 150.000 Euro ad AfD

Alice Weidel - Fotto: Sandro Halank, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

L’amministrazione del Bundestag ha richiesto ad AfD il pagamento di 150.000 Euro per via di una presunta donazione illegale da parte di una fondazione olandese, che non è stata trasmessa all’amministrazione del Bundestag come da regolamento. Venerdì un portavoce del Bundestag ha annunciato che una decisione in merito sarà presa in base all’articolo 25(4) della legge sui partiti politici tedeschi, che determina le “donazioni inammissibili”, che devono essere notificate al Bundestag “al più tardi al momento della presentazione del rendiconto dell’anno in questione”.

La notizia è stata data giovedì sera dalle emittenti NDR e WDR, che hanno riferito della comunicazione intercorsa fra l’amministrazione del Bundestag e il partito. Un portavoce di AfD ha fatto sapere che il partito sta valutando come rispondere legalmente alla richiesta.

La donazione illegale è stata restituita, ma non notificata tempestivamente al Bundestag

La donazione in questione, che ammonta appunto a 150.000 Euro, risale al 2018 ed è stata effettuata dalla fondazione olandese Stichting Identiteit Europa (Fondazione Identità Europa) all’associazione distrettuale Bodenseekreis dell’AfD (che fa riferimento al distretto del Lago di Costanza) di cui fa parte l’attuale leader del partito Alice Weidel. Il denaro è stato restituito alla fondazione nel maggio 2018, poiché l’associazione distrettuale, secondo le proprie informazioni, non è riuscita a stabilire l’identità del donatore né la motivazione della donazione. Stichting Identiteit Europa ha cessato le proprie attività il primo ottobre dello stesso anno.


Leggi anche:
AfD si spacca sull’Ucraina: l’est vuole avvicinarsi a Mosca. Congresso interrotto in anticipo

Dal momento che la donazione non era ammissibile, AfD avrebbe dovuto trasferire immediatamente il denaro all’amministrazione del Bundestag. Poiché il partito ha presentato una dichiarazione volontaria sulla donazione nel novembre 2018, è stato condannato a pagare solo 150.000 euro. Senza tale dichiarazione, l’amministrazione del Bundestag avrebbe potuto rivendicare il triplo del valore della donazione, come già avvenuto per altre donazioni ricevute da AfD.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here