Berlino, Bürgeramt: promessi appuntamenti entro 14 giorni entro il 2023

Canva pro

Il segretario di Stato per la digitalizzazione di Berlino, Ralf Kleindiek, ha dichiarato di avere intenzione di modernizzare le interazioni con il Bürgeramt, l’ufficio anagrafe della capitale tedesca, e di garantire a tutti appuntamenti entro 14 giorni per la fine del 2023.

Al momento, fissare un appuntamento al Bürgeramt è una procedura piuttosto lunga e piena di ostacoli e questo indispettisce non poco i cittadini. È forse arrivato il momento di una semplificazione del meccanismo?


Leggi anche:
Anmeldung: come fare per registrarsi in Germania

Fissare un appuntamento al Bürgeramt entro 14 giorni: una promessa per il 2023

Il segretario di Stato per la digitalizzazione di Berlino, Ralf Kleindiek, ha promesso appuntamenti più rapidi Bürgeramt, e nello specifico entro 14 giorni, entro il 2023. Al momento, solo il 30% di chi chiede di avvalersi dei servizi dell’ufficio anagrafe cittadina ottiene un appuntamento in due settimane. Kleindiek, tuttavia, che è responsabile per la modernizzazione e la digitalizzazione dell’amministrazione, è ottimista e promette un miglioramento a breve termine.

In base a quanto riferito, a complicare le cose c’è anche il fatto che molte persone non si presentino agli appuntamenti fissati. Questo si verifica perché chi si prenota in più Bürgeramt cittadini, una volta ottenuto un appuntamento, si limita a non recarsi nelle altre sedi, senza avvisare l’ufficio in anticipo.

Annullamento facilitato degli appuntamenti, più uffici e Springerpool

Per questo il segretario per la digitalizzazione dichiara di aver introdotto un sistema di annullamento facilitato. Le e-mail di promemoria vengono ora inviate due giorni prima dell’appuntamento, con l’opzione di cancellazione in evidenza. Sembra un dettaglio, ma considerando il fatto che a rimanere disatteso sia un quinto degli appuntamenti totali al Bürgeramt, di sicuro intervenire anche su questo può essere utile. Le misure di modernizzazione della burocrazia cittadina, però, non si fermano qui.

Secondo Kleindiek, si starebbero infatti predisponendo altri cinque uffici pubblici in città e il Senato è pronto a fornire 100 dipendenti in più per sostenere il personale dei Bezirk. Il Segretario di Stato ha inoltre dichiarato che l’amministrazione tenterà di inserire la soluzione del cosiddetto Springerpool, che vede gli impiegati assenti sostituiti tempestivamente da dipendenti “jolly”, pronti a intervenire al bisogno e dunque utili a evitare interruzioni del servizio dovute a improvvise carenze di personale. Questa formula, che viene già utilizzata soprattutto negli ospedali, dovrebbe quindi essere introdotta anche nella pubblica amministrazione, “con un pool iniziale di 20-30 dipendenti”.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest