Morte di un senzatetto a Berlino: indagine su due agenti di polizia

morte di un senzatetto

La procura di Berlino ha aperto un’indagine su due agenti di polizia, in seguito alla morte di un senzatetto di 39 anni, verificatasi lo scorso 20 aprile.

I due agenti sarebbero intervenuti in seguito alla chiamata dei condomini di un palazzo in Brückenstraße, nel quartiere berlinese di Treptow-Köpenick, per un caso di violazione di domicilio. A preoccupare gli inquilini del palazzo era la presenza di tre senzatetto nella tromba delle scale. All’arrivo delle forze dell’ordine, due degli uomini si sarebbero allontanati spontaneamente, mentre il terzo, che è poi risultato essere ubriaco, avrebbe aggredito i poliziotti con calci e pugni e avrebbe lanciato contro di loro una bottiglia di vetro.

A quel punto, gli agenti lo avrebbero trattenuto fisicamente e gli avrebbero spruzzato addosso dello spray al peperoncino. A quel punto, l’uomo, colto da una grave crisi respiratoria, avrebbe perso conoscenza. Gli agenti, dopo aver tentato di rianimarlo, hanno chiamato un’ambulanza e l’uomo è stato condotto in ospedale, dove è morto una settimana dopo, il 27 aprile. Sul corpo è stata eseguita un’autopsia, per determinare se le azioni dei poliziotti potessero essere considerate la causa del decesso.


Leggi anche:
Scontro con le pistole ad acqua degenera in rissa. Quattro arresti in una piscina pubblica a Berlino

Martedì, il pubblico ministero e un portavoce della polizia di Berlino hanno annunciato l’avvio di un procedimento a carico dei due agenti di pubblica sicurezza coinvolti, per lesioni personali gravi con esito fatale. L’indagine sarà condotta dalla squadra omicidi dell’Ufficio di Polizia Criminale dello Stato per conto della Procura.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest