Spari e colpi di balestra in una scuola superiore di Bremerhaven: donna ferita gravemente

Canva pro

Una scuola superiore di Bremerhaven, nel nord della Germania, è precipitata nel panico quando si è verificato un attacco armato con spari e colpi di balestra. Una donna è rimasta gravemente ferita, non si tratterebbe di un’alunna, ma di una segretaria della scuola.

Durante l’attacco, gli studenti hanno seguito le procedure di emergenza previste in questi casi e imparate in precedenza proprio a scuola.


Canva pro
Leggi anche:
Bambina di 4 anni annega in un lago del Brandeburgo

Panico in una scuola superiore: un’impiegata gravemente ferita con una balestra

Giovedì sono risuonati spari e grida nel Lloyd Gymnasium di Bremerhaven. In base a quanto dichiarato dalla polizia, l’aggressore è entrato a scuola intorno alle 9.15 e ha ferito gravemente una dipendente dell’istituto con una balestra. Secondo quanto riportato da Bild, sarebbe quindi uscito, e avrebbe lanciato altre frecce nelle strade adiacenti all’edificio, come dimostrato da una freccia conficcata nel muro esterno di una casa. L’arma è stata trovata vicino alla scuola quando il responsabile è stato arrestato, mentre si trovava ancora nei pressi dell’istituto. Gli investigatori avrebbero confiscato anche un fucile da caccia e due coltelli.

A causa degli esami di maturità in corso, gli studenti in aula al momento dell’aggressione erano 140, invece che i 500 solitamente presenti. Intorno alle 13.30 i ragazzi sono stati in grado di lasciare la scuola. La SEK di Brema, arrivata sul posto con un grosso contingente, ha inoltre perquisito l’edificio per escludere la possibilità che vi si nascondessero altri potenziali aggressori. Al momento, tuttavia, sembra che ad agire sia stata una sola persona. Intanto sul luogo sono arrivati anche un ambulanza, la Croce Rossa e la THW (Bundesanstalt Technisches Hilfswerk), un’organizzazione per le emergenze costituita da volontari e controllata dal Governo federale.

Primi dettagli sul responsabile: sarebbe un 21enne con problemi psicologici

In una conferenza stampa che si è tenuta in serata, polizia e procura hanno rivelato i primi dettagli sul presunto autore dell’aggressione, che al momento si trova in custodia cautelare. Sarebbe un uomo di 21 anni, con problemi psicologici. Non si è ancora in grado di capire se avesse rapporti con la vittima. Oliver Constien, dell’ufficio del pubblico ministero, ha infine aggiunto che la donna ferita, ricoverata in una clinica cittadina, non può ancora dirsi fuori pericolo. Il sospettato non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione,

Durante l’attacco, gli studenti non si sono abbandonati al panico, ma hanno seguito procedure specifiche. L’insegnante ha chiuso la porta e i ragazzi si sono sdraiati sul pavimento, barricandosi per diverse ore. L’istituto aveva infatti predisposto un piano di emergenza per eventualità di questo tipo e un sedicenne ha riportato che, poco dopo l’aggressione, gli altoparlanti della scuola hanno ripetuto più volte la frase in codice prevista in questi casi e insegnata agli studenti.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest