Pugile 38enne muore dopo un incontro: è successo in Baviera

pugile

Un pugile è morto improvvisamente durante un incontro a Garching, un sobborgo di Monaco di Baviera. L’atleta aveva appena 38 anni e si è accasciato sul ring. Inutili sono stati i soccorsi.

Pugile muore dopo essersi accasciato sul ring

Il pugile Musa Askan Yamak, di 38 anni, è improvvisamente morto dopo aver avuto un malore sabato sera, mentre disputava un incontro nell’ambito della categoria dei mediomassimi. La tragedia è avvenuta nella Bürgerhaus di Garching, vicino a Monaco di Baviera.

All’inizio della terza ripresa, lo sportivo si è improvvisamente accasciato sul ring, senza aver avuto contatti con l’avversario e davanti a centinaia di attoniti spettatori e alla sua famiglia. L’incontro stava inoltre andando in streaming su Fight24.tv. Mentre Yamak rimaneva immobile, il suo team cercava senza successo di rianimarlo e chiamava i soccorsi.

Yamak era un campione internazionale WBF

In un primo momento, si era parlato di un intervento dei soccorritori ostacolato da tifosi e familiari in fermento, ma la polizia ha in seguito smentito, dichiarando che nessuno ha pregiudicato il lavoro dei paramedici.

Purtroppo, il pugile è deceduto in ospedale, nel pomeriggio di domenica. La causa della morte, pare essere un infarto. Yamak era stato recentemente campione internazionale della WBF (World Boxing Federation)


tetto della s-bahn

Leggi anche:
Adolescente cade dal tetto della S-Bahn: grave incidente a Berlino

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest