Lauterbach vuole reintrodurre l’obbligo di indossare la mascherina al chiuso. L’FDP si oppone

ridicolo
Sandro Halank, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Mercoledì sera, nel corso del talk show “Markus Lanz” sul canale ZDF, il ministro della salute tedesco Karl Lauterbach (SPD) ha dichiarato che, in previsione di una possibile nuova ondata di contagi da Covid 19 in autunno, il governo dovrebbe rendere nuovamente possibile l’introduzione dell’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi. Questa esternazione non incontra però il favore di tutti i partner della coalizione di governo, primo fra tutti il ministro della giustizia Marco Buschmann (FDP). Buschmann si è infatti dichiarato contrario all’impegno del governo in “misure frettolose” che non procedano da un’accurata valutazione della situazione contingente.

L’FDP si oppone alla reintroduzione dell’obbligo di indossare la mascherina al chiuso. Kubicki: “sbagliato limitare le libertà sulla base di dati poco chiari”

La proposta di Lauterbach si inserisce nel quadro della legge sulla protezione dalle infezioni, il cui periodo di validità scade a settembre. Questa è la legge che ha conferito al governo federale e a quelli locali dei Länder di introdurre obblighi e misure limitative della libertà di movimento (come il lockdown, il coprifuoco, le regole 2G e 3G e, appunto, l’obbligo di indossare la mascherina) per tutta la durata della pandemia. Secondo il ministro della salute, la possibilità di imporre l’uso delle mascherine al chiuso andrebbe mantenuta in autunno, quindi oltre la scadenza della legge così come attualmente prevista.


Leggi anche:
Il ministro dei trasporti Wissing: stop alle mascherine sui mezzi di trasporto pubblici

Buschmann non è l’unico membro dell’FDP a guardare con scetticismo le misure anti-Covid degli ultimi due governi. Il vicepresidente del partito Wolfgang Kubicki, infatti, ha chiesto una rivalutazione a livello parlamentare delle politiche adottate per il contenimento della pandemia e desidera che, per il futuro, si stabiliscano criteri molto severi ed esatti per l’introduzione di nuove limitazioni e che i diritti fondamentali non vengano più intaccati sulla base di ipotesi e a fronte di quella che Kubicki definisce “una fitta nebbia di dati”. Il ministero e il Robert Koch Institut, secondo il vicepresidente dell’FDP, non sarebbero stati in grado di raccogliere “dati ragionevolmente utili”.

contrario a obbligo di indossare la mascherina
Il ministro della giustizia tedesco Marco Buschmann (FDP)
Rob75, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0>, via Wikimedia Commons

Le proposte di Lauterbach incontrano invece il sostegno dell’Associazione insegnanti tedeschi, il cui presidente, Heinz-Peter Meidinger, ha recentemente dichiarato a Redaktionsnetzwerk Deutschland (RND) di essere a favore della reintroduzione dell’obbligo di indossare la mascherina nelle scuole. Secondo Meidinger, questa misura potrebbe permettere di tenere aperte le scuole anche durante un’ipotetica ondata autunnale di Covid.

Quali misure anti-Covid sono ancora in vigore in Germania?

Quasi tutte le restrizioni sono state abolite. L’obbligo di indossare la mascherina si applica solo in luoghi specifici, come gli studi medici e i mezzi di trasporto pubblici. Nelle scuole, inoltre, si praticano ancora test regolari più volte alla settimana. Qualora un Land volesse introdurre misure di protezione più severe, dovrebbe dichiarare la regione un “hot spot” con una risoluzione del parlamento locale. Tutte queste regole, in ogni caso, cesseranno di avere validità a partire dal 23 settembre.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest