L’81% dei tedeschi taglia i consumi a causa dell’inflazione: il sondaggio di YouGov

81%

Secondo un sondaggio commissionato da Ebay Kleinanzeigen e pubblicato giovedì, ben l’81% di tedeschi ha dichiarato di tagliare sui consumi e il 48% di rimandare gli acquisti previsti a causa dell’inflazione.

Questo comportamento è direttamente influenzato dall’aumento dei prezzi e dall’evoluzione del conflitto in Ucraina. Il risparmio si estende a diversi settori.


50%

Leggi anche:
Aldi aumenta i prezzi fino al 50%: l’impatto della guerra in Ucraina sui supermercati tedeschi

L’81% dei tedeschi risparmia a causa dell’inflazione: la panoramica

Il sondaggio, pubblicato giovedì, è stato realizzato nel mese di aprile da YouGov, società britannica internazionale di ricerche di mercato e analisi dei dati. Il campione è costituito da 2052 persone dai 18 anni in su, intervistate in tutta la Germania. Secondo il sondaggio, il comportamento dei tedeschi appare fortemente orientato al risparmio. Quattro intervistati su 5, ad esempio (pari all’81% del campione), hanno dichiarato di tagliare i consumi e quasi la metà (il 48%) di aver rimandato acquisti che erano già in programma.

Il taglio dei consumi ha un’ampiezza, per così dire, “panoramica”, nel senso che interessa settori disparati. Il 48% degli intervistati ha dichiarato di risparmiare sull’elettricità, probabile e più immediata reazione alle problematiche legate al conflitto ucraino. Molti stanno anche tagliando spese legate al relax o all’intrattenimento, rinunciando ad andare al ristorante, al pub o al cinema (la percentuale è del 45%), ad acquistare vestiti (40%) o ad andare in vacanza (33%).

Sono però anche le spese necessarie a subire dei tagli. Il 23% degli intervistati ha infatti dichiarato di tagliare i consumi relativamente a cibo e altri beni di uso quotidiano, il 33% di risparmiare sull’acqua e il 35% di usare meno l’auto.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest