Germania, zero importazioni di petrolio russo entro il 2022. Baerbock: “È ora di finirla una volta per tutte”

Baerbock incontra Zelensky
Annalena Baerbock (durante l'incontro con il primo ministro ucraino, 7 feb 2022). Kmu.gov.ua, CC BY 4.0 , via Wikimedia Commons

La ministra degli esteri Annalena Baerbock, in visita nei Paesi baltici, ha riconosciuto pubblicamente gli errori commessi dalla Germania nella gestione delle importazioni di carburante russo, che di fatto hanno creato una dipendenza da Putin. Ha tuttavia promesso che la Germania arriverà a zero importazioni di petrolio russo entro l’anno e seguirà una progressiva emancipazione anche dal gas.

Zero importazioni di petrolio russo entro fine anno: “Sicurezza è ridurre dipendenza”

“Quello che dobbiamo fare più che mai è porre fine alle nostre importazioni di energia dalla Russia una volta per tutte” ha dichiarato la ministra tedesca degli esteri mercoledì, incontrando a Riga i suoi omologhi delle repubbliche baltiche Lettonia, Estonia e Lituania.


stati baltici

Leggi anche:
Baerbock in viaggio negli Stati baltici: “Difenderemo ogni centimetro del territorio Nato”

Consapevole di non poter porre rimedio agli errori commessi dalla Germania in passato, Baerbock ha tuttavia dichiarato di guardare avanti, a obiettivi concreti: dimezzare le importazioni di petrolio russo entro l’estate e arrivare a zero importazioni entro la fine dell’anno.

“La sicurezza, in Europa, significa ridurre la dipendenza dalla Russia, soprattutto nel settore energetico” ha ribadito la ministra. In questo senso la tabella di marcia non potrà che essere europea. “Perché la nostra uscita comune, con l’Unione Europea, è la nostra forza” ha ribadito Baerbock.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest