Spreepark, torna la ruota panoramica di Berlino: pronta nel 2025

Sta per tornare la celebre ruota panoramica dello Spreepark di Berlino, cimelio storico rimasto abbandonato per decenni e pronto a rinascere con nuove vesti e a rilanciare la sua fama. La ruota sarà sospesa su un bacino d’acqua di 3000 metri quadrati.

A essere rinnovato sarà anche l’intero Spreepark, il leggendario parco dei divertimenti della DDR allora noto come Kulturpark Plänterwald. Lo Spreepark diventerà infatti un’area ricreativa con prezzi accessibili e persino un punto di ristoro per gitanti, l’Eierhäuschen, con 504 posti.


spreepark

Leggi anche:
Spreepark, il parco divertimenti abbandonato di Berlino

Spreepark, nel 2025 riapre la ruota panoramica

Le informazioni sono contenute nelle bozze presentate venerdì dall’amministrazione del senato per l’ambiente e da Grün Berlin GmbH, futuro gestore del parco. Quest’estate, inoltre, il piano di sviluppo dello Spreepark dovrebbe essere reso disponibile al pubblico dal distretto di Treptow-Köpenick. La ruota dovrebbe invece essere completata nel 2024 ed entrare pienamente in funzione a Pasqua del 2025. Non si sa ancora a chi verrà dato l’incarico di ricostruire la ruota, ma una gara d’appalto a livello europeo dovrebbe iniziare alla fine del 2022.

L’antica giostra è stata in funzione dal 1969 al 1989 e in seguito parzialmente smantellata. Alcune parti della vecchia ruota saranno rinnovate e riutilizzate, mentre interamente nuova sarà la struttura di supporto, che verrà sospesa in diagonale direttamente sull’acqua, come confermato da Grün Berlin. Saranno nuove anche le navicelle, perché le vecchie non possono più essere utilizzate.

Un parco d’arte e cultura e orientato alla sostenibilità

Il bacino circolare sarà utilizzato  anche come spazio di ritenzione per lo stoccaggio dell’acqua piovana, per irrigare gli spazi verdi e per raffreddare il microclima del luogo, come sottolineato venerdì da Silke Karcher, segretaria permanente per l’ambiente e la protezione del clima. Karcher ha aggiunto che il progetto si adatta perfettamente all’idea di base di un “parco d’arte e cultura sostenibile in mezzo alla natura e orientato ai cittadini “. L’antica storia dello Spreepark, insomma, è pronta a rivivere in un nuovo contesto, modernizzato da una gestione innovativa.

Attorno alla ruota, che sarà l’unica giostra, l’intera area sarà attrezzata a fini ricreativi e di relax. Sono previsti infatti anche una birreria all’aperto e una terrazza, quattro appartamenti-studio per artisti e ulteriori spazi espositivi. Ci sarà anche un molo di accesso all’Eierhäuschen. L’intero parco dovrebbe essere pronto al più tardi nel 2026.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest