Berlino: controllori dei biglietti aggrediscono un passeggero sulla S-Bahn

interruzioni

In molti Paesi si lamenta la violenza sistemica delle forze di polizia. A Berlino, da anni, il pubblico lamenta la violenza sistemica dei controllori dei biglietti sui mezzi pubblici. Per quanto il concetto in sé possa apparire grottesco, gli episodi in cui un semplice controllo del titolo di viaggio trascende in scontri verbali e fisici sono talmente frequenti da aver spinto alcuni passeggeri a creare account social di denuncia solo per raccogliere e monitorare le istanze di comportamenti aggressivi, razzisti o addirittura pericolosi dei controllori. L’ultimo episodio risale a lunedì e, per una volta, non vede protagonisti i controllori della BVG (il servizio che gestisce la rete di tram, autobus e U-Bahn a Berlino) bensì quelli della S-Bahn.

Insulti e spintoni: il passeggero ha denunciato tre controllori dei biglietti

Il trentaduenne berlinese Ssaman Mardi ha condiviso con il Tagesspiegel un video – che il quotidiano berlinese non pubblica, ma di cui conferma il contenuto – relativo a un incidente capitatogli lunedì pomeriggio a Mitte, su un treno della S-Bahn che partiva dalla stazione di Nordbahnhof in direzione sud. L’aggressione sarebbe scattata perché, all’arrivo dei controllori, Mardi avrebbe impiegato troppo tempo a reperire il proprio titolo di viaggio e lo avrebbe trovato solo quando il controllo era ormai al termine. Uno dei controllori, a quel punto, gli si sarebbe avvicinato e gli avrebbe rivolto un insulto estremamente volgare.


Leggi anche:
Controllori della BVG accusati di aver rotto un dito a una passeggera

A questo punto, non desiderando lasciare impunita l’aggressione verbale, Mardi ha estratto il cellulare e ha iniziato a filmare, lamentandosi delle ingiurie ricevute e chiedendo che venisse chiamata la polizia. Uno dei controllori, a quel punto, ha colpito la mano di Mardi, facendogli cadere il cellulare. Nel frattempo, il treno era arrivato a Potsdamer Platz e i controllori hanno chiesto a Mardi di scendere con loro dal mezzo. Al suo rifiuto, il trentaduenne sarebbe stato spinto con violenza fuori dal vagone, fino a cadere sulla banchina. Nel video, secondo quanto riportato dal Tagesspiegel, si sente Mardi gridare per chiedere aiuto. Rialzatosi, il passeggero è però tornato subito dentro il vagone ancora aperto, cercando rifugio fra gli altri passeggeri, chiedendo loro di chiamare la polizia.

La S-Bahn ha sospeso i responsabili. Aperta un’indagine.

Dopo l’episodio, Ssaman Mardi ha denunciato i tre controllori e a loro carico è stata aperta un’indagine. La portavoce della S-Bahn di Berlino Sandra Spieker ha fatto sapere che i dipendenti coinvolti nell’incidente sono già stati sospesi dal servizio e che “ulteriori misure disciplinari seguiranno dopo la valutazione di tutte le prove disponibili e in stretta collaborazione con le autorità investigative”

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!