Sempre più neonazisti si trasferiscono in Brandeburgo: l’allarme della Verfassungsschutz

neonazisti nazisti neonazista
Neonazista tedesco con la toppa "Bianchi e fieri". By Marek Peters / www.marek-peters.comAdditionally you can support Marek Peters by Flattr.Deutsch: Als Urheber des Fotos ist in Ihren Publikationen folgendes anzugeben:Marek Peters / www.marek-peters.comWeitere Fotos können beim Fotografen oder über das Portal Infos gegen Rechts - Datenbank und Suchmaschine zu und gegen Neonazis, Rechtsextremismus und Rassismus durchsucht werden.Zudem können Sie die Arbeit von Marek Peters über Flattr unterstützen., GFDL 1.2 , via Wikimedia Commons

Brandeburgo – La Verfassungsschutz (l’Ufficio per la Protezione della Costituzione) lancia l’allarme per un preoccupante movimento “migrazione” di personaggi di rilievo dei movimenti neonazisti nel Land. Pare infatti che i capi dei movimenti di estrema destra in Germania stiano comprando immobili a buon mercato nella parte est della regione e che vi stiano fondando nuovi gruppi, sezioni, organizzando concerti ed eventi per i gli aderenti alle loro organizzazioni.

Che la Germania orientale fosse, rispetto a quella occidentale, terreno più fertile per il proliferare di organizzazioni di estrema destra era già un fatto noto, ma fino a questo momento le regioni considerate più a rischio erano la Sassonia e la Turingia. Se da un lato questi Länder sono ancora fra le destinazioni predilette per i neonazisti dell’ovest, ora alla lista si sarebbe aggiunto anche il Brandeburgo.


Leggi anche:
Estremisti di destra cercano di comprare la villa di Goebbels vicino Berlino per fondare un regno

I neonazisti dell’ovest, dalla Baviera e da Dortmund, arrivano nel Brandeburgo rurale

“Stiamo registrando spostamenti dei capi principali della scena estremista di destra, per esempio della Baviera e di Dortmund, in Brandeburgo o in Sassonia. Questi movimenti considerano l’est come ‘area di insediamento’” ha dichiarato mercoledì il capo dell’Ufficio per la protezione della Costituzione del Brandeburgo Jörg Müller ai giornali del gruppo editoriale Funke Mediengruppe.

A rendere particolarmente preoccupante la tendenza registrata dall’Ufficio per la Protezione della Costituzione è il fatto che, nelle zone rurali e scarsamente popolate della Germania, come sono appunto alcune campagne brandeburghesi, non c’è una società civile forte e organizzata per contrastare l’influenza sociale delle organizzazioni di estrema destra, come invece avviene nelle aree urbane e soprattutto in città come Berlino. Questo permette la creazione di reti solide e più difficili da contrastare.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest