Nord Reno-Westfalia: il libro di testo al liceo sotto accusa “presenta stereotipi razzisti”

Gli studenti di una scuola superiore di Siegburg, nel Nord Reno-Westfalia, hanno trovato sul libro di testo di filosofia un compito che ha suscitato notevoli perplessità, soprattutto nelle famiglie di origine turca. Nell’esercizio, hanno protestato diverse famiglie, si presenta la cultura turca in modo razzista, descrivendo comportamenti inutilmente ed esageratamente stereotipati.

La traccia dell’esercizio proponeva il seguente quesito: “Un padre turco in Germania fa sposare sua figlia con il figlio di suo fratello senza il consenso della figlia, al fine di far ottenere a lui un permesso di soggiorno in Germania e quindi un sussidio. Discuti di questa situazione con la persona seduta accanto a te. Quali conflitti riesci a individuare?

La lettera aperta dei genitori di origine turca

La federazione dei genitori turchi del Nord Reno-Westfalia, in una lettera aperta alla ministra dell’istruzione del Land Yvonne Gebauer (FDP), ha espresso costernazione e stupore per il fatto che questo esercizio fosse contenuto in un libro di testo. Questo tipo di contenuto all’interno di un contesto educativo, affermano, contribuisce al consolidamento degli stereotipi nella mente degli alunni e pone le basi per atteggiamenti razzisti. Il ministero dell’educazione del Nord Reno-Westfalia si è espresso lunedì su questa vicenda, stabilendo che l’esercizio in questione viola il criterio di non discriminazione. All’editore è stato chiesto di rivedere il contenuto del libro di testo e quest’ultimo ha comunicato al quotidiano Kölnische Rundschau la propria intenzione di eliminare l’esercizio dalla prossima ristampa, prevista per il mese di marzo di quest’anno.


leader dei verdi

Leggi anche:
Berlino, politico CDU augura “Felice Allahu akbar” ai leader dei Verdi. Poi cancella il tweet

 


L’editore si è anche detto dispiaciuto per le polemiche e le accuse di razzismo scaturite dal testo incriminato.

La direttrice della scuola difende il libro di testo

La direttrice del liceo di Siegburg, invece, difende la scuola e il libro in questione: “L’esercizio presentato senza contesto è ovviamente problematico”, ha ammesso, specificando però che il testo in questione sarebbe stato tratto da un libro approvato che affrontava il tema del relativismo culturale e poneva agli studenti la questione della possibilità di giudicare un’altra cultura con i parametri della propria.

La ministra Gebauer, nel commentare la vicenda, ha detto: “La posizione del governo del Land è chiarissima: le scuole sono luoghi di aggregazione dove non c’è posto per l’esclusione e il pregiudizio in nessuna forma”.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest