Vacanze in Germania: esplorare il paese dall’acqua

0
72

Quando pensiamo alla Germania dal punto di vista turistico, oltre alle più rinomate città, da Berlino a Monaco, da Amburgo a Colonia passando per la piccola Friburgo, ci vengono in mente le alpi Bavaresi, oppure la Romantische Strasse che tra vigneti e dolci colline esplora il centro del Paese dalla Foresta Nera verso nord. C’è però un’altra “via” per la quale si può scoprire il Paese, ed è quella acquatica: esplorare le possibilità di un noleggio di barche in Germania, infatti, ci permetterà di avere una prospettiva diversa da quelle solite di questa nazione, attraverso i suoi numerosi fiumi navigabili, i tantissimi laghi e gli incanti del Mare del Nord e dell’Ostsee, come viene chiamato qui il Mar Baltico. Nelle prossime righe proveremo a suggerirvi qualche spunto per le vostre prossime vacanze nel Paese di Goethe.

Vacanze in Germania: terra di lunghi e placidi fiumi

La grande estensione del territorio tedesco, che in gran parte è oltretutto pianeggiante, soprattutto da Norimberga procedendo verso Nord, non rende certo una sorpresa che sia solcata da numerosi lunghi fiumi, in grandissima parte navigabili (e infatti abbondantemente sfruttati, nei secoli, per il trasporto di merci oltre che di persone). Il Danubio, nella Germania Meridionale, il Reno, che sale fino all’Olanda, e poi l’Elba, a nord-est, l’Oder, il Weser e il Meno sono tutti corsi d’acqua navigabili e che attraversano territori molto suggestivi. Per questo, in molti casi è possibile vivere l’atmosfera fluviale in maniera immersiva, ricorrendo al noleggio di una houseboat con cui gustarsi la placida atmosfera riposante dei corsi d’acqua.
La soluzione houseboat è assolutamente indicata anche nel caso siate interessati a navigare lungo i moltissimi canali, anch’essi frutto di secolare ingegneria per il trasporto di merci e oggi abbondantemente riconvertiti in meravigliose opportunità per un turismo slow e a contatto con la natura. Il Canale Reno-Meno-Danubio, che unisce questi tre giganti dei corsi d’acqua, è solo il più celebre, ma anche nei dintorni di Berlino e del Brandeburgo, e nella stessa capitale (basti pensare al Landwehrkanal) è possibile godersi un angolo di idillio pur trovandosi nel cuore della (forse) più importante metropoli europea.

Esplorare i tantissimi laghi tedeschi

E per gli amanti della quiete lacustre? Anche in questo caso, la Germania è il posto che fa per voi. A cominciare dal sontuoso e sterminato Bodensee (da noi più conosciuto come Lago di Costanza), tra Germania, Austria e Svizzera, scandito da bellissime perle come la cittadina di Lindau, per proseguire poi con il Chiemsee, altrettanto gigante, in Baviera, amatissimo dai windsurfisti. Oppure le piccole gemme come il Königssee, con l’incantevole penisola di San Bartolomeo. Può poi essere ancora Berlino a stupirvi: la caleidoscopica capitale tedesca è letteralmente circondata da laghi e laghetti, tra cui spiccano il Wannsee, a ovest, e il Weissensee nella parte est della città.

Il Mare del Nord

Vento che batte, mare imbronciato, fari che si stagliano nella tempesta, lupi di mare: certo, il Mare del Nord e il Mar Baltico promettono anche queste sensazioni romantiche che vi faranno sentire novelli capitani Achab, ma anche più tranquille e incantevoli mete di soggiorni con la famiglia, soprattutto in località davvero magnifiche come l’isola di Rügen e il territorio del Meclemburgo-Pomerania Anteriore, affacciato appunto sull’Ostsee, con le sue caratteristiche spiagge puntellate di canapé come in un romanzo di Cristopher Isherwood.

facebook
Twitter
Pinterest

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here