Troppi morti sul lavoro in Germania: il sindacato dell’edilizia chiede più controlli

0
186

Il sindacato dell’edilizia tedesca IG BAU esprime grande preoccupazione: gli incidenti sul lavoro, in Germania, sono in aumento e il 2021 rischia di raggiungere il triste record dello scorso anno. Nel 2020, infatti, sono stati in tutto 97 i morti sul lavoro, soprattutto in seguito a cadute da impalcature e in generale da grandi altezze. Quest’anno, nel periodo compreso fra gennaio e settembre, gli incidenti di questo tipo sono già 69 – appena cinque in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le cifre vengono da un rapporto dell’associazione professionale BG BAU (Berufsgenossenschaft Bau) e hanno generato sgomento fra gli esperti di sicurezza sul lavoro.

Morti sul lavoro: uno ogni quattro giorni e quasi 80.000 incidenti

Il membro del consiglio federale di IG BAU ed esperto di sicurezza sul lavoro Carsten Burckhardt ha espresso sgomento per quanto emerso da questa analisi: “In termini statistici” da detto “nell’edilizia, quest’anno, c’è stato un incidente mortale ogni quattro giorni“. Altrettanto allarmante, secondo Burckhardt, è il numero totale degli incidenti sul lavoro, mortali e non, che quest’anno ammontano a 77.115.


Leggi anche:
Sciopero degli infermieri: perché in tutta la Germania i professionisti della salute scendono in piazza

Secondo il rapporto in questione, la maggior parte degli incidenti avviene nelle piccole aziende. “C’è urgente bisogno di creare una consapevolezza diversa”, ha affermato Burckhardt. Allo stesso tempo, ha detto, sono necessarie più ispezioni statali per garantire la salute e la sicurezza sul posto di lavoro. “Occorrono una maggiore pressione e controlli più serrati sulle aziende che non prendono davvero sul serio il tema della sicurezza sul lavoro. Non si può fare affidamento solo sul senso di responsabilità personale”.

Secondo lo stesso rapporto, sono invece diminuiti gli incidenti occorsi durante gli spostamenti da e verso il lavoro. Fra gennaio e settembre 2021, sei operai edili sono morti durante il percorso verso il cantiere o dal cantiere verso casa, contro i 13 del 2020. Le cifre restano comunque troppo alte, per un Paese che pone grande attenzione alle misure di sicurezza sul lavoro.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest