Arminius Markthalle: il paradiso della gastronomia internazionale a Berlino

0
149
Foto di Stefano Comi
Contributo e fotografie a cura di Stefano Comi (Sito ufficiale, Pagina Facebook)

Arminius Markthalle – Alla richiesta di citare un tempio della gastronomia, nove berlinesi su dieci risponderanno senza esitare “KaDeWe, sesto piano”. In effetti non è raro trovare qui, arroccati su uno sgabello, personaggi pubblici della politica, dello spettacolo oltre a importanti imprenditori e professionisti che nella pausa del pranzo non rinunciano a trattare i loro affari, cercare soluzioni a problemi, tessere nuovi legami davanti a un piatto di ostriche, una bistecca alla griglia, un bicchiere di champagne. Non sono da trascurare nemmeno i cinquanta ristoranti e Imbiss al secondo piano della Mall of Berlin: un’offerta impressionante di cucine da ogni parte del mondo, senza però poter ricreare la stessa atmosfera di intimità e di familiarità del KaDeWe.

Foto di Stefano Comi

La Arminius Markthalle è una delle più belle d’Europa

Eppure dal 2010 è disponibile una località pressoché sconosciuta che nel breve arco di tempo dall’apertura ad oggi, ha vinto per ben due volte l’ambito sigillo di qualità del Location Award ed è considerata una delle cinque Markthallen più belle d’Europa. Infatti non siamo su uno dei viali rappresentativi di Berlino o in riva alla Sprea, ma nella popolarissima Moabit, quartiere operaio da sempre. Il mercato coperto dall’originale architettura a tre navate, come una chiesa, nasce nel 1881 come “Markthalle X”, la decima di quattordici concepite per risolvere il problema dell’approvvigionamento di generi alimentari sotto l’occhio attento degli organi pubblici addetti all’igiene.


Leggi anche:
Beelitz Heilstätten: il fascino inquietante del sanatorio abbandonato

 


Foto di Stefano Comi

Il dopoguerra e la ripresa

Pesantemente danneggiata durante l’ultima guerra, venne ricostruita negli anni cinquanta e completamente rimodernata a spese del Senato di Berlino negli anni novanta. Sottoposta alle rigide regole della protezione dei beni culturali, non trovò però sufficienti commercianti disposti ad affittare spazi difficili da adattare alla vendita dei loro prodotti. A causa della difficoltà di affittare gli spazi anche questo mercato, come la quasi totalità delle Markthalle sopravvissute alla guerra, era destinato alla chiusura in attesa di un riutilizzo con altre funzioni.

Foto di Stefano Comi

Da semplice mercato a tempio della gastronomia internazionale

Fortunatamente alcuni operatori dei vicini mercati generali, riuniti in una gilda, rilevarono l’immobile nel 2010 per dare vita all’attuale Zunfthalle, ribattezzata poi Arminius Markthalle dal nome della via dove si trova l’ingresso principale. Il concetto è semplice ma commercialmente efficace: a fianco del discounter, del fioraio, del panettiere, del macellaio e qualche commerciante che offre specialità ortofrutticole, pesce fresco e generi alimentari, si è dato ampio spazio alla gastronomia puntando sulla qualità. Così è possibile trovare posto ai tavoli di un ristorante sudamericano, gustare un cevapcici al ristorante serbo, una poutine, piatto nazionale canadese al ristorante omonimo, specialità alpine, piatti tipici sudafricani, frutti di mare e pesce, ritrovare l’ambiente di una tipica trattoria italiana, provare una delle tante zuppe o l’anatra al latte di cocco al ristorante thailandese, dolci artigianali, sushi, specialità vegetariane e vegane, una pizza dal bravissimo Mario; oppure sedere al banco di uno dei cocktails bar o ordinare una birra artigianale alla spina direttamente al banco della distilleria.

Foto di Stefano Comi

Uno spazio per tutti gli usi

Ma l’idea geniale degli operatori della Arminius Markthalle che li distingue da ogni altra località gastronomica, è la possibilità di organizzare pranzi o cene in un ambiente esclusivo per un numero di persone variabile da 50 a 950. Il concetto è semplice: per una prenotazione da cinquanta a centoventi persone si mette a disposizione lo spazio fra due dei principali ristoranti, un tavolo di quindici metri illuminato da romantici candelabri. Se il gruppo è composto da più di centocinquanta persone e fino a duecentocinquanta, si aggiunge lo spazio di altri sei operatori contigui. Il concetto si allarga con ulteriori spazi per una prenotazione fino a cinquecento persone e tutto il mercato (3.500 metri quadri) viene preparato in esclusiva per un gruppo dalle cinquecento alle 950 persone.

Un concetto che ha trovato ampio consenso per feste aziendali, compleanni, battesimi e anche matrimoni. Ma niente paura, per il brunch del sabato mattina c’è sempre un tavolo libero e ampia possibilità di scelta. Prima di tornare a casa è quasi d’obbligo fare il rifornimento di cannoli siciliani, sfogliatelle napoletane, biscotti alla marmellata nel negozio italiano.

Foto di Stefano Comi

Come arrivare alla Arminius Markthalle: U9, Turmstraße; Bus 245, 187, TXL, Rathaus Tiergarten
In automobile: digitare Arminiusstraße 2-4, 10551 Berlin, parcheggi a pagamento nelle vie adiacenti. Buona passeggiata

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here