Tre case stregate in Germania da visitare ad Halloween

0
259
case stregate in Germania (2)

La tradizione di Halloween, in Germania, è stata importata, come in tutto il resto del mondo, dagli USA e, proprio come avviene da noi, c’è chi l’ha abbracciata con entusiasmo e chi la guarda con antipatia. Che la si celebri o no, che si tengano o meno dei dolci in casa da offrire ai bambini del quartiere, il piacere di farsi spaventare fa parte della nostra natura, così come l’attrazione per tutto ciò che è ignoto, oscuro e misterioso. E non c’è modo migliore di abbandonarsi al “piacere della paura” che visitare una casa stregata, inseguendo le tante leggende che, in giro per l’Europa, raccontano di spiriti senza pace, condannati a risiedere per l’eternità nei luoghi in cui hanno vissuto o in cui sono morti. Sapevate che anche in Germania ci sono molti luoghi che la tradizione locale vuole infestati dai fantasmi? La nostra guida di oggi vi porta alla scoperta delle più famose case stregate in Germania. Se, per il vostro prossimo viaggio, state pensando a un itinerario a tema horror, una di queste inquietanti magioni potrebbe fare al caso vostro.

A caccia di case stregate in Germania

Waldlust Schlosshotel, dalla gloria alla rovina

Bicchieri che si agitano sulle mensole, bottiglie di birra sigillate che si svuotano, passi che risuonano in corridoi vuoti, pianti di neonati nella notte – in totale assenza di bambini, luci che si accendono da sole nel bar, l’ascensore che continua a salire e scendere, vuoto, senza che nessuno lo azioni, quadri che cambiano espressione se li si tocca o li si guarda e, naturalmente, misteriose apparizioni di una donna velata di bianco. La donna, si dice, potrebbe essere Adele B., detta Adi, che era la proprietaria dell’hotel durante il suo periodo d’oro, all’inizio del XX secolo. Meta di vacanza della nobiltà europea e delle star del cinema muto in piena esplosione per tutti gli anni ’20, il Waldlust Schlosshotel cadde in disgrazia prima durante la seconda guerra mondiale, quando venne trasformato in un ospedale militare, e definitivamente quando Adi fu assassinata al suo interno nel 1949. Da allora il castello è passato di mano in mano diverse volte e i diversi tentativi di rimetterlo a nuovo e riaprirlo al pubblico sono falliti miseramente: ospiti e dipendenti continuano a essere spaventati da fenomeni apparentemente inspiegabili. Oggi è una delle più celebri case stregate in Germania, meta di fotografi e registi appassionati di mistero e atmosfere gotiche.

 


Leggi anche:
Elm Street a Berlino, le recensioni horror del Mitte: The Furies

 


Il castello di Wolfsegg e la Dama Bianca

Questo leggendario castello, che si trova nel borgo omonimo, fu costruito, si pensa, intorno al 1278 dai Wolf von Schönleiten, una famiglia dell’alto Palatinato, che sembra aver assunto il nome di Wolfsegg intorno al 1350 per poi estinguersi nel XVII secolo. La bassa nobiltà bavarese e diversi funzionari governativi lo hanno abitato nel corso dei secoli, ampliandolo e ristrutturandolo, contribuendo così a farne uno degli edifici medievali meglio conservati di tutta la Germania. Alla sua straordinaria preservazione ha contribuito anche la sua posizione strategica, che lo ha reso sempre prezioso, conquista dopo conquista, evitandone la distruzione. Ancora oggi, è possibile ammirarvi arredi, suppellettili e armature originali. La leggenda vuole che per le stanze di questa fortezza medievale si aggiri una dama in abito bianco. Secondo il folklore popolare, si tratterebbe della moglie di Klara von Helfenstein, moglie di Ulrich von Laaber – uno dei signori del castello. Dopo aver scoperto che Klara lo aveva tradito con il suo rivale Georg Moller von der Hammermühle von Heitzenhofen, Ulrich l’avrebbe uccisa, condannando la sua anima a vagare per il maniero con l’ultimo vestito che aveva indossato. La leggenda, tuttavia, non trova riscontro nei fatti storici, poiché nella realtà Klara sopravvisse al marito di quattro anni. Le voci sono state probabilmente alimentate dai rumori che gli abitanti del borgo udivano quando i bracconieri nascondevano le proprie prede nel castello abbandonato. Ma, come sempre avviene per le case stregate, i castelli infestati e le storie di fantasmi, la verità non è importante quanto la suggestione.

case stregate in Germania
Il castello di Wolfsegg luckyprof, CC BY-SA 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0>, via Wikimedia Commons

Le misteriose morti della casa stregata di Fühlingen, a Colonia

Fühlingen è un quartiere di Colonia, nel quale sorge una villa che ha tutte le carte in regola per entrare nella classifica delle più affascinanti case stregate in Germania. Nel corso dei secoli, in questo luogo si sono succedute una serie di morti violente, fin da molto prima che esistesse l’edificio. Già nel 1288, proprio sull’appezzamento di terreno sul quale è poi stata costruita la casa, si è tenuta una sanguinosa battaglia nella quale oltre mille cavalieri furono uccisi. I loro corpi furono calpestati dai cavalli. Il maniero di Fühlingen fu costruito qui nel 1884 da Eduard Freiherr von Oppenheim, che però la abbandonò insieme a tutta la famiglia nel 1907. All’epoca del Terzo Reich, in questo edificio furono stipati diversi condannati ai lavori forzati provenienti da varie parti d’Europa. Nel 1943, uno dei detenuti, di origine polacca, fu accusato di avere una relazione con la figlia del padrone di casa e, per questo, fu denunciato alla Gestapo e impiccato nel terreno adiacente alla villa. Il legame fra la villa e i nazisti proseguì anche dopo la guerra: nel 1962 un giudice che aveva esercitato le sue funzioni per conto della dittatura acquistò la villa e, la notte di capodanno dello stesso anno, vi si impiccò. La nuda proprietà dello stabile passò alla città di Colonia, mentre la vedove del giudice continuava ad abitare nella villa. Dopo la sua morte, avvenuta nel 2000, la casa è rimasta disabitata ed è caduta in rovina, attirando visitatori appassionati dell’occulto, fotografi e registi. In molti dicono di aver udito rumori di passi e di aver visto strane apparizioni nell’edificio e nei suoi dintorni. Una di queste, secondo la leggenda locale, sarebbe il fantasma del lavoratore forzato polacco, incapace di abbandonare il luogo della propria morte.

La casa stregata di Fühlingen
Mtesser, CC BY-SA 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0>, via Wikimedia Commons

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest