L’Italia al cinema, il cinema in Italia: la mostra dell’Italian Film Festival di Berlino

0
83
Contenuto promosso da: Italian Film Festival Berlin. George Clooney sul set di "Catch 22"

Il rapporto dell’Italia con il cinema è complesso e stratificato: naturalmente il nostro Paese può vantare una storia monumentale in termini di registi, attori, sceneggiatori pluripremiati e riconosciuti a livello internazionale, ma c’è un elemento che spesso dimentichiamo di menzionare, quando parliamo di cinema in Italia. Si tratta delle location, delle atmosfere uniche che certi angoli del Belpaese possono conferire alla realizzazione di un film. Lo ha ricordato Mauro Morucci, Direttore dell’Italian Film Festival di Berlino, nel presentare la mostra che il festival organizza dal 16 ottobre al 14 novembre presso il cinema della Kulturbrauerei di Prenzlauer Berg.

L’Italia al cinema, il cinema in Italia: le location italiane diventano protagoniste

Saranno esposte 32 foto di tre fra i più grandi fotografi di scena attivi in Italia in questo momento: Philippe Antonello, Gianni Fiorito e Stefano C. Montesi. Le foto sono state scattate sui set di “The Young Pope” e “The New Pope” di Paolo Sorrentino, “Catch-22” di George Clooney, Grant Heslov e Ellen Kuras e “Freaks Out” di Gabriele Mainetti e colgono l’essenza non solo del film o della serie al quale si riferiscono, ma anche il peculiare rapporto fra la storia, i personaggi e il luogo che li ospita. Questa è – insieme alla capacità di lavorare quasi senza essere visto – l’essenza del lavoro di un fotografo di scena.

La maggior parte delle foto che i visitatori della mostra potranno ammirare sono state scattate a Roma e nel Lazio – non a caso la mostra è collegata a un evento simile che pertiene al festival cinematografico della Tuscia. Ci sono però anche scatti ambientati in Sardegna, Abruzzo, Calabria, a Venezia e a Cortina d’Ampezzo. Le atmosfere inconfondibilmente italiane si riflettono nelle foto a tal punto che non si ha bisogno di indovinare il film per orientarsi (per quanto, in alcuni casi, i volti e le situazioni siano talmente celebri da rendere impossibile non riconoscerli all’istante).


Leggi anche:
Italian Film Festival di Berlino: “Riportare al centro la magia del cinema”

 


Per questo parliamo non solo di cinema in Italia, ma di Italia “nel” cinema: perché i maestosi interni di Villa Lante non sono solo uno sfondo nelle scene di “The Young Pope”, ma piuttosto sono protagonisti con l’opulenza barocca dei dettagli. Allo stesso modo, le Dolomiti torreggiano in “The New Pope” conferendo alla scena un’atmosfera che non avrebbe avuto in nessun altro luogo.

cinema in italia
John Malkovich sul set di “The New Pope”

L’Italian Film Festival di Berlino riparte il 10 novembre

Nella stessa sede della mostra, dal 10 al 14 novembre, si svolgerà anche il festival vero e proprio, con la presentazione di diversi titoli molto attesi, alcuni dei quali alla loro anteprima tedesca. Il festival prevede inoltre, come ogni anno, una retrospettiva, che quest’anno sarà dedicata all’opera di Nanni Moretti, con proiezioni che avranno luogo in diversi cinema di Berlino, allo scopo di raggiungere il pubblico in più quartieri e facilitare il più possibile la visione dei singoli film in una pluralità di giorni e di orari.

Il festival e la mostra sono organizzati con il sostegno della Direzione Generale del Cinema del Ministero dei Beni Culturali e dell’Assessorato al Turismo della Regione Lazio e in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Germania, con l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino e con ANICA.

La mostra è aperta tutti i giorni dal 16 ottobre al 14 novembre 2021 durante gli orari di apertura del cinema, con ingresso gratuito e visite guidate su richiesta.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale dell’Italian Film Festival di Berlino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here