Germania, raid contro il Berserker clan: estremisti di destra, si addestravano per la rivolta armata

0
134
Berserker clan

Mercoledì mattina, 130 agenti di polizia appartenenti a diverse forze speciali hanno sferrato un attacco congiunto contro il Berserker clan, nuovo gruppo di estrema destra, che si addestrava per la rivolta armata contro lo Stato.

Nel corso delle operazioni sono state perquisiti 14 stabili, tra case e uffici, a Berlino, nello Schleswig-Holstein, nel Baden-Württemberg e in Assia. Sono inoltre state sequestrate sia armi che prove dell’attività criminale del clan.


neonazisti

Leggi anche:
Neonazisti organizzano ronde anti-stranieri al confine con la Polonia

 


Il Berserker clan: da Berlino, si è diffuso in tutta la Germania

Gli appartenenti al gruppo si autoproclamano “combattenti per la libertà” e secondo la procura di Berlino 15 sospetti sono sotto inchiesta da circa un anno. Il leader dell’organizzazione sarebbe un berlinese di circa 40 anni e la polizia avrebbe iniziato le indagini in base a una soffiata.

Altro non è stato divulgato, né dalla procura, né delle forze dell’ordine, per ovvie ragioni di segretezza delle indagini. L’unica cosa che è stata resa nota è che l’ideologia che ha ispirato il clan è di estrema destra e si è diffusa, da Berlino, in tutta la Germania.

Gli estremisti si preparavano per il “Giorno X”

Desta sconcerto un’altra informazione che è stata resa nota dalla procura. Pare infatti che gli estremisti di destra del Berserker clan si stessero preparando alla rivolta armata contro le strutture e le istituzioni dello stato e che in questo senso si addestrassero a quello che chiamavano “il Giorno X”.

In seguito alle perquisizioni, sono state rinvenute armi da fuoco, munizioni, armi da taglio, oggetti identificativi del clan, droghe e sostanze dopanti. Armi e prove sono al momento al vaglio degli inquirenti e oggetto di analisi. Al momento, non sarebbero ancora stati effettuati arresti.

Membri del clan avevano partecipato a una manifestazione del gruppo Querdenken

Secondo il Tagesspiegel, tuttavia, il Berserker clan sarebbe diviso e apparentemente incapace di un’azione comune coordinata e questo spiegherebbe perché non si stia indagando sulla formazione di un’organizzazione terroristica. Se così fosse, infatti, del caso si starebbe già occupando la procura federale di Karlsruhe.

Sempre il Tagesspiegel ricorda, infine, che il 20 agosto del 2020, alcuni membri del clan hanno partecipato alla manifestazione del gruppo Querdenken contro le norme di sicurezza anti-covid.

(Fonti, dpa, Tagesspiegel)

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest