Regola 2G in discoteca e quarantene accorciate a scuola: le nuove regole Covid di Berlino

0
479
regole covid

Nel corso di una riunione tenutasi martedì alla Rotes Rathaus, il Senato di Berlino ha approvato alcune modifiche alle regole Covid. Le nuove disposizioni riguardano soprattutto la gestione dei parametri di allerta rispetto alla situazione pandemica e la sicurezza in asili, scuole e alcuni tipi di attività commerciali. Si punta soprattutto a garantire un ritorno almeno parziale alla normalità in tutti settori, dalla scuola agli eventi, senza mettere in pericolo le fasce più vulnerabili della popolazione.

Il nuovo “semaforo” di Berlino: si contano i ricoveri

Una delle modifiche più rilevanti – abbondantemente anticipata dal dibattito delle scorse settimane – è quella che riguarda i cosiddetti “semafori”, ovvero i parametri in base ai quali si decide l’inasprimento o l’allentamento delle misure di sicurezza. Dopo ripetuti appelli da parte della comunità scientifica a proposito delle caratteristiche peculiari della quarta ondata pandemica, il Senato di Berlino ha approvato un sistema di allerta che prende in considerazione l’incidenza settimanale non solo dei contagi, ma dei ricoveri e delle unità di terapia intensiva occupate dai pazienti Covid.

Il primo livello di allarme scatta con un’incidenza settimanale di quattro ricoveri su 100.000 abitanti, il secondo a otto. In futuro, inoltre, l’incidenza dei ricoveri farà parte del rapporto quotidiano sulla situazione pandemica.


Leggi anche:
Bar di Potsdam accetta solo vaccinati e guariti: “Sono stato chiuso otto mesi, scelgo il 2G”

 


Quarantene abbreviate in scuole e asili

Un’altra modifica importante ai regolamenti applicati finora riguarda la quarantena da applicare quando si rilevano casi di Covid in una scuola o in un asilo. Il periodo precedentemente individuato era di 14 giorni, ma con il nuovo regolamento verrà ridotto a cinque. Lo scopo è evitare che i più piccoli debbano affrontare lunghi periodi di isolamento. Questa misura, in particolare, si basa sulle linee guida individuate dal virologo Christian Drosten. Sebbene, infatti, sussista un rischio di contagio anche in assenza di sintomi fra il quinto e il quattordicesimo giorno dall’infezione, tale rischio viene annullato dall’implementazione continua di regole di igiene e distanziamento all’interno delle classi e dall’uso delle mascherine.

Nuove regole Covid: il 2G arriva anche a Berlino, ma solo nei club

Club e discoteche saranno le uniche attività a implementare la regola 2G a Berlino. Questo vuol dire che, per accedervi, occorrerà presentare un certificato di guarigione o di vaccinazione e non sarà più possibile sostituire la prova di immunizzazione con un test Covid negativo. A fronte di queste nuove misure di sicurezza, decade l’obbligo di indossare la mascherina, anche nelle aree al chiuso.

facebook
Twitter
Pinterest