Franziska Giffey è sindaca di Berlino: vince l’SPD dopo un testa a testa con i Verdi

0
389
vince franziska giffey
Sandro Halank, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

È Franziska Giffey a conquistare il municipio di Berlino, dopo un testa a testa tra SPD e Verdi che ha visto i socialdemocratici vince le elezioni cittadine con il 21,4%.
I Verdi guadagnano il 18,9%, e la CDU si attesta al terzo posto, con il 18,1%. In quarta, quinta e sesta posizione troviamo la Linke, con il 14%, AfD con l’8% e l’FDP, con il 7,1%.

In vetta Franiska Giffey e l’SPD: analisi della situazione generale

L’SPD vince dunque le elezioni nella capitale tedesca, mente i Verdi ottengono il loro miglior risultato di sempre a Berlino. Volendo analizzare i risultati più nel dettaglio e in rapporto alle precedenti elezioni, possiamo dire che, nonostante la vittoria, i social-democratici non brillino in assoluto, essendo saliti di poco rispetto al disastro del 2016. Il leader del partito a Berlino, Raed Saleh, ha ricordato comunque che il partito ha orbitato intorno al 15% nei sondaggi fino all’anno scorso e che dunque il risultato attuale è da interpretare come un successo. “Questa è una seconda possibilità per l’SPD, ma ora dobbiamo usarla” ha dichiarato Saleh alla stampa.


Elezioni tedesche vittoria dell'SPD 2021-08-21_Olaf_Scholz_0309

Leggi anche:
Elezioni in Germania: vittoria dell’SPD sulla CDU, Verdi terzo partito. Ma il governo è ancora un’incognita

 


Anche la CDU sale dal 17,6% del 2016 al 18,1 % e nonostante la percentuale sia vicina alla peggiore mai ottenuta dall’Unione nella capitale, il candidato di punta Kai Wegner definisce quello di oggi un “forte risultato” e sostiene che il partito sia stato in grado di avanzare, nella capitale, in chiaro contrasto con la tendenza federale. L’ultradestra di AfD dimezza i suoi consensi rispetto al 2016 e va male anche la Linke, che perde l’1,6% rispetto alle precedenti elezioni. L’FDP registra un lieve aumento, dello 0,5%.

Prospettive di coalizione: inevitabile un’alleanza a tre

Per come stanno le cose, appare chiaro che Berlino possa essere governata solo da un’alleanza a tre, come accaduto dopo il 2016, ma quale sarà questa alleanza?

Kai Wegner sostiene che l’SPD non possa governare con la coalizione attuale, perché ha vinto con un programma che non ha nulla a che vedere con quello dei vecchi partner di governo Verdi e Linke. Un programma che include obiettivi difficilmente raggiungibili con un’alleanza di sinistra, tra i quali una maggiore costruzione di alloggi, uno sviluppo della periferia nella zona del Tempelhofer Feld e soprattutto la continuazione della costruzione dell’autostrada 100. Ovviamente Wegner spinge per una coalizione formada da SPD, CDU e dai liberali dell’FDP.

Bettina Jarasch. gruene.de, CC BY 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by/3.0>, via Wikimedia Commons

Franziska Giffey: aperta a ogni tipo di colloquio, tranne che con AfD

Dal canto suo Franziska Giffey ha dichiarato di essere aperta a colloqui con tutte le forze politiche in campo, ma ha aggiunto che non c’è nessuna possibilità di collaborazione con l’ultradestra di AfD.

Ha tuttavia dichiarato di non poter ignorare il testa a testa con i Verdi di Bettina Jarasch. “Il che significa che c’è un chiaro voto per l’SPD, ma anche per i Verdi ed è una questione di cui dobbiamo occuparci” ha dichiarato Giffey all’emittente Phoenix.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest