Blitz in quattro shisha bar di Schöneberg: 70% dei test Covid falsificati

0
281
test covid falsificati

Un blitz in almeno quattro shisha bar, nel distretto di Tempelhof-Schöneberg, ha portato a una scoperta sconvolgente: il 70% dei test per il Corona controllati si presentava infatti totalmente contraffatto. Gli avventori sono stati costretti a uscire dal bar e chi ha presentato test Covid falsificati rischia ora una sanzione economica superiore a 500 euro.

Test Covid falsificati: sarebbero 56 su 70

Come annunciato martedì dalle autorità del distretto, l’ispezione si inseriva in una serie di controlli generali tesi a verificare il rispetto delle misure di contenimento del contagio da Coronavirus da parte dei bar e dei ristoranti cittadini. Prima tra tutte, la cosiddetta regola delle 3G, che stabilisce che nel settore della gastronomia gli avventori possano entrare solo se vaccinati, guariti o in grado di fornire, per l’appunto, un test negativo.


sparatoria a berlino

Leggi anche:
Sparatoria a Berlino: 29 colpi esplosi davanti a uno shisha bar

 


Test falsi ottenuti in rete

Secondo quanto riportato da un’inchiesta dell’emittente rbb, nei quattro bar esaminati sarebbero risultati falsi 56 test negativi su 70 e si sospetta che i test Covid falsificati siano stati ottenuti da contatti reperiti in rete, sui social network. Produrre un test falso potrebbe integrare gli estremi del reato, in ogni caso le sanzioni pecuniarie che verranno applicate saranno molto salate.

facebook
Twitter
Pinterest