Inseguimento in auto a Berlino. Quattro adolescenti gravemente feriti

inseguimento in auto

Quattro adolescenti sono rimasti gravemente feriti dopo un inseguimento in auto culminato in un incidente, nella serata di domenica, nel quartiere di Reinickendorf, a Berlino. L’auto, una Ford di colore scuro, era stata notata da una pattuglia della polizia sulla Waidmannluster Damm. Sarebbe stato il comportamento “sospetto” degli occupanti del veicolo ad attirare l’attenzione degli agenti, i quali avrebbero segnalato al conducente di fermarsi per un controllo. Il giovane, preso dal panico, ha invece accelerato e ha tentato di fuggire, immediatamente inseguito dalla pattuglia.


Leggi anche:
Ubriaco in e-scooter con un frigorifero: fermato a Kreuzberg

 


L’inseguimento in auto e lo schianto: il guidatore non aveva la patente

A causa dell’eccessiva velocità, tuttavia, il diciottenne che era al volante ha perso il controllo dell’auto nell’imboccare una curva e ha colpito violentemente un albero. A quel punto l’auto, per la forza dell’impatto, è stata sbalzata verso sinistra, andando a sbattere prima contro un furgone parcheggiato e infine schiantandosi contro il muro di una scuola. Tutti e quattro gli occupanti hanno subito gravi ferite al torace e alle spalle e il più giovane ha riportato anche ferite alla testa. I soccorritori sono intervenuti sul posto e hanno portato i quattro ragazzi in ospedale. I tre passeggeri avevano rispettivamente 18, 16 e 14 anni.

La polizia sospetta corse clandestine e targhe rubate

Le successive indagini ci hanno messo poco a far emergere le motivazioni che hanno spinto il conducente dell’auto a cercare di fuggire dalla pattuglia della polizia: il giovane non aveva la patente di guida, l’auto non era registrata ed entrambe le targhe risultavano non assegnate al veicolo in questione e si presume quindi che possano essere state rubate. Una volta uscito dall’ospedale, il giovane dovrà quindi rispondere di svariati reati stradali, fra i quali l’uso improprio di targhe e la guida pericolosa. Si sospetta inoltre che l’auto venisse usata per partecipare a corse clandestine: se così fosse, le accuse e le potenziali conseguenze penali per il giovane guidatore si farebbero ancora più gravi.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest