CSD 2021, meno party e più proteste: quest’anno il Pride di Berlino è più politico

0
420
CSD 2021
Christopher Street Day 2017. Photo by David Vendryes

Sarà in scala ridotta il CSD 2021, il Christopher Street Day di Berlino, che quest’anno dovrà fare i conti con le restrizioni dovute alla necessità di arginare la pandemia. Gli organizzatori chiedono ai partecipanti di indossare la mascherina e di allontanarsi brevemente nel caso vogliano mangiare o fumare, in modo che l’obbligo di utilizzare dispositivi di protezione venga costantemente rispettato.

CSD 2021: quest’anno si protesta

Quest’anno il CSD di Berlino avrà inoltre una fisionomia più politica e meno “da party” e in fondo recupera la matrice originaria della manifestazione. Il Christopher Street Day ricorda infatti la prima rivolta queer contro la brutalità della polizia, iniziata il 27 giugno 1969 nel bar Stonewall Inn., proprio sulla Christopher Street di New York, e proseguita per giorni. Nonché passata alla storia come uno dei grandi momenti di liberazione e autodeterminazione del movimento lgbtq+.


uomo trans

Leggi anche:
Un uomo trans che studia per diventare imam: intervista a Marco Linguri

 


Il percorso del corteo

Quest’anno, il corteo dimostrativo si snoderà da Kreuzberg a Schöneberg. Il punto di partenza del CSD 2021 sarà Leipziger Straße, tra Charlottenstraße e Axel-Springer-Straße. Da lì si procederà lungo Leipziger Straße fino a Potsdamer Platz e alla Porta di Brandeburgo. Si attraverserà quindi la Straße des 17. Juni fino alla Siegessäule e quindi all’Urania. Quest’anno non ci sarà il classico raduno finale.

“Save la nostra comunità – Salva il tuo orgoglio!”

Il motto del CSD 2021 è “Save our Community – Save your Pride!“. Il direttivo presenta inoltre 32 richieste considerate fondamentali per il movimento e che vanno dalla legge sulle persone transessuali, al tema dei crimini d’odio, al divieto di donare il sangue per gli omosessuali. Ma ci sono anche richieste legate a una maggiore visibilità queer nell’editoria, a una maggiore prevenzione educativa sulle piattaforme di incontri e all’abolizione delle denominazioni discriminatorie dei prodotti nell’industria cosmetica.

Nel 1979 il primo Gay Pride a Berlino Ovest

Il primo “Christopher Street Day” ebbe luogo a Berlino ovest il 30 giugno 1979 sotto lo slogan “Gay Pride” e vide scendere in strada 450 manifestanti.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest