Berlino: allentamento delle restrizioni da sabato. Ecco le nuove regole per eventi e mascherine

0
870
allentamento delle restrizioni

A Berlino prosegue il progressivo allentamento delle restrizioni, di pari passo con il normalizzarsi della situazione e il calo dei numeri del contagio. Nella seduta di martedì, il Senato cittadino ha approvato ulteriori modifiche che riguardano gli incontri in pubblico e l’uso delle mascherine. Le nuove misure saranno in vigore da questo sabato.

Niente più mascherine FFP2 per lo shopping

A partire da questo sabato non sarà più obbligatorio indossare mascherine FFP2 per lo shopping: saranno sufficienti le semplici mascherine chirurgiche. Le FFP2 sono invece ancora necessarie sui mezzi pubblici e per parrucchieri, estetisti e altri servizi che richiedano un contatto fisico ravvicinato fra operatore e cliente.


progetti pilota clubbing

Leggi anche:
Progetti pilota per riaprire i club: nel Baden-Württemberg si balla senza distanza né mascherine

 


Niente più limiti agli incontri privati al chiuso

Come già avvenuto per gli incontri all’aperto, anche le riunioni private al chiuso non saranno più soggette a restrizioni di alcun tipo. Secondo l’ultimo provvedimento, potevano incontrarsi in un luogo chiuso e non pubblico un massimo di dieci persone appartenenti a cinque nuclei familiari diversi, senza contare le persone completamente vaccinate e i bambini di età inferiore ai 14 anni. Nessuna di queste limitazioni sarà più in vigore a partire da sabato 10 luglio. Per gli incontri privati all’aperto, il limite era già stato portato a 100 persone due settimane fa. Questa regola rimane invariata.

Eventi al chiuso: fino a 2000 persone ammesse

Cambiano anche le regole per gli eventi al chiuso. Il numero massimo di partecipanti è stato portato a 1000 per i locali privi di ventilazione meccanica e a 2000 per quelli che invece ne sono provvisti. Restano in vigore tutte le altre norme igieniche e l’obbligo di test per eventi con più di 50 partecipanti.

Eventi all’aperto e competizioni sportive: possibili eccezioni da approvare caso per caso

Gli eventi all’aperto e le competizioni sportive sono possibili, ma è in vigore l’obbligo di test se è prevista la presenza di oltre 750 persone. Gli eventi all’aperto in generale possono ospitare fino a 2000 persone, rispettando le regole d’igiene già in vigore, ed è possibile richiedere l’approvazione per singoli eventi con un numero di partecipanti superiore, fino a un massimo di 5000. In questi casi sarà necessario presentare un progetto e ottenere l’approvazione del dipartimento della salute del Senato. In ogni caso, per tutti gli eventi che prevedano la partecipazione di più di 20 persone, è richiesta l’assegnazione di un posto fisso a sedere per ogni partecipante, a meno che tutti i presenti non abbiano presentato un test negativo o la prova di vaccinazione/guarigione. Per il clubbing all’aperto è invece stabilito un limite di 1000 persone.

Musei, zoo e centri commerciali

Nei grandi spazi commerciali e culturali, come zoo, centri commerciali e musei, gli ingressi devono rispettare il limite di una persona per ogni cinque metri quadri. Per le escursioni, i tour cittadini e le gite sui battelli turistici non è più obbligatoria la prenotazione, ma è obbligatorio presentare un test negativo per accedere agli spazi al chiuso.

Allentamento delle restrizioni sul consumo di alcol

Cade il divieto di consumare alcol nei parcheggi.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest