Germania: il ministro della salute Spahn promette più libertà per i vaccinati

0
371
libertà per i vaccinati
Olaf Kosinsky, CC BY-SA 3.0 DE , via Wikimedia Commons

In un momento in cui tutte le misure del governo tedesco per gestire la pandemia si stanno rivelando inefficaci, impopolari o entrambe le cose, il ministro della salute Jens Spahn (CDU) cerca di far intravvedere ai tedeschi – almeno a quelli già vaccinati – un futuro prossimo più leggero e vivibile. Nello specifico, torna a parlare della possibilità di restituire maggiori libertà a chi abbia ricevuto entrambe le dosi del vaccino contro il Covid-19.


lockdown a berlino

Leggi anche:
Per strada al massimo in due. Le nuove regole del lockdown a Berlino

Il primo a parlare della possibilità di introdurre quelli che si potrebbero chiamare “privilegi vaccinali” era stato il ministro degli esteri Heiko Maas (SPD), ma la sua proposta inizialmente non aveva incontrato grande successo. Nelle settimane successive, tuttavia, l’idea ha incontrato consensi sempre maggiori. I dubbi principali sulla sua applicabilità riguardavano essenzialmente due punti: da un lato l’ingiustizia di negare certe libertà ai non vaccinati, quando la campagna vaccinale procede a passo di lumaca, dall’altro la necessità di appurare se le persone vaccinate potessero comunque essere portatrici del virus e trasmetterlo.

Adesso il secondo punto sembra essere stato chiarito dal Robert-Koch Institut. Chi ha ricevuto entrambe le dosi di vaccino e quindi ha ottenuto la completa copertura vaccinale non può trasmettere il virus, a partire da due settimane dopo la seconda somministrazione. Questo dato riapre quindi il dibattito sulla legittimità di limitare i movimenti di chi, di fatto, non può più ammalarsi né contagiare gli altri. I dati sono contenuti nel rapporto che la conferenza dei Land aveva richiesto al RKI in occasione dell’ultimo vertice.


Tutte le regole

Leggi anche:
Berlino, tutte le regole da seguire a partire da oggi: commercio, eventi, mascherine e altro

 


Vaccinati: a fare shopping e dal parrucchiere senza test

Fra le libertà che il ministro Spahn ha ipotizzato per i vaccinati c’è quella di andare a fare shopping o accedere a determinati servizi (come andare dal parrucchiere o dall’estetista) senza presentare ulteriori test e di non essere sottoposti a quarantena di ritorno da un viaggio.

Se questo tipo di libertà fossero reintrodotte oggi, riguarderebbero circa 4.3 milioni di persone. Sono invece più di 10 milioni i residenti tedeschi che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino.

Stando ai piani del governo, il ritmo delle vaccinazioni dovrebbe crescere dopo Pasqua, quando i medici di base inizieranno a somministrare i vaccini.