Klima Allianz Deutschland: 140 associazioni chiedono sostenibilità ai partiti tedeschi

0
128
klima allianz deutschland
Photo by Thomas Richter on Unsplash

Energia sostenibile, l’abbandono dei combustibili fossili e soprattutto del carbone (da cui la Germania è ancora fortemente dipendente), il potenziamento dei collegamenti ferroviari per ridurre il traffico aereo nazionale e l’introduzione di limiti di velocità più severi: queste sono solo alcune delle richieste che 140 organizzazioni hanno presentato sotto la denominazione collettiva di Klima Allianz Deutschland (Alleanza Tedesca per il Clima). Il documento, elaborato in vista delle elezioni di settembre, ha lo scopo di presentare ai partiti richiesta chiare e obiettivi ambiziosi in tema di lotta al cambiamento climatico e sostenibilità.


un giorno di trasporto pubblico gratuito

Leggi anche:
Berlino senza auto? Una proposta di legge la vorrebbe così dal 2027

 


È ormai chiaro che nessun partito può permettersi di affrontare la campagna elettorale senza affrontare questi argomenti. La percentuale di popolazione che li considera determinanti nella scelta di voto, infatti, è cresciuta stabilmente negli ultimi anni non solo in Germania, ma in tutta Europa. E mentre le istituzioni comunitarie si pongono obiettivi di breve, medio e lungo periodo per ridurre le emissioni e incrementare l’utilizzo di energie sostenibili, è naturale che nascano gruppi di pressione come la Klima Allianz Deutschland.

klima allianz deutschland traffico a berlino
Photo by Gunnar Ridderström on Unsplash

D’altra parte, l’ecologia non è un tema a sé, isolato da una visione più ampia di nazione, di welfare e di comunità. Tanto nei progetti di sviluppo e implementazione di nuove politiche ambientali quanto nei programmi dei partiti che le propongono, infatti, queste aree tematiche si intrecciano sempre alle politiche sociali su larga scala.

“Nei prossimi quattro anni, si deve stabilire la rotta per una trasformazione socio-ecologica, per una ristrutturazione della nostra economia e del nostro modo di vivere che sia neutrale per il clima e socialmente giusta”, si legge nell’introduzione del documento, che può essere consultato interamente qui.

Proposte della Klima Allianz Deutschland per finanziare le politiche ambientali

La Klima Allianz Deutschland non chiede solo impegni concreti a obiettivi ambiziosi (fra i quali la neutralità climatica entro il 2040, ovvero dieci anni prima di quanto previsto dai piani attuali), ma propone anche soluzioni per finanziare la transizione verso la sostenibilità. Per esempio, le organizzazioni promotrici dell’iniziativa suggeriscono che, entro i primi 100 giorni del proprio mandato, il nuovo governo abolisca i sussidi che incentivano pratiche e attività dannose per il pianeta e faccia confluire le risorse finanziarie così risparmiate in un fondo per la protezione del clima.

klima allianz deutschland berlino bicicletta
Photo by Yc Liao on Unsplash

La Germania è anche indietro rispetto agli obiettivi Europei fissati nell’Accordo di Parigi e raggiungere i target collettivi sulle emissioni è praticamente impensabile senza adeguate politiche sociali. Il problema della sostenibilità – e si tratta di un problema non unicamente tedesco, ma globale – è che spesso le politiche nazionali la relegano alla nicchia del “lusso”. Se, per esempio, l’opzione più economica per riscaldare un alloggio popolare è ancora la stufa a carbone, mentre i costi per l’installazione di impianti sostenibili e l’efficientamento energetico sono mantenuti molto oltre le possibilità dei ceti meno abbienti, è evidente che si condannerà una larga parte della popolazione a fruire di sistemi meno funzionali, più pericolosi per la salute e per l’ambiente e meno efficienti. Rendere le pratiche sostenibili accessibili e convenienti è, secondo la Klima Allianz Deutschland e secondo molti gruppi di pressione internazionali, un dovere fondamentale dei governi.