Berlino, la lotta di Laura contro la leucemia: cercasi urgentemente donatori di staminali

0
738
staminali
Photo by Alvin Mahmudov

Laura ha 33 anni, vive a Berlino nel quartiere di Mahlsdorf, è un’insegnante elementare e ha un bambino di sei mesi, Luan. Ma purtroppo è anche una donna che sta lottando contro una leucemia che è entrata aggressivamente nella sua vita, nel dicembre dello scorso anno.

La storia di Laura è riportata dal Berliner Morgenpost, che ha raccolto le sue dichiarazioni e quelle del marito Stefan. “È successo proprio nel momento più felice della mia vita” racconta Laura, parlando della doccia fredda che ha subito subito dopo la recente maternità.

“La diagnosi non ci è sembrata veramente reale fino all’inizio della chemioterapia, a gennaio” dichiara invece Stefan, che per supportare sua moglie in questo momento sta lavorando in smart working e si occupa contemporaneamente del piccolo Luan.

La vita di Laura è scandita dai frequenti soggiorni in ospedale, dove riceve le terapie e allevia la solitudine e la durezza di quei momenti vedendo il marito e il figlio in videochiamata.

La pandemia non rende le cose facili

Ovviamente la situazione creata dal Coronavirus non ha reso la situazione più facile, anzi, la sta complicando. Le difese immunitarie di Laura sono indebolite dalla chemioterapia e la pandemia la espone a grandissimi rischi. Non viene però meno il sostegno di amici e parenti della coppia, che cercano in tutti i modi di far sentire la loro presenta avvalendosi di strumenti digitali, lasciando cibo sulla porta di casa per Stefan e inviando in ospedale dei regali di incoraggiamento per Laura. Ma per quanto tutto questo sia encomiabile, non basta.

Un appello urgente: cercasi donatore di cellule staminali

Laura può essere salvata da un donatore compatibile di cellule staminali e ne ha un bisogno urgente. Per questa è stata organizzata una grande campagna di registrazione online insieme al DKMS, un centro internazionale di donatori di midollo osseo senza scopo di lucro con sede a Tubinga, in Germania.

La famiglia incoraggia il maggior numero possibile di persone a registrarsi. “Solo quando sei colpito tu, ti rendi conto che registrandoti puoi salvare una vita. E la vita di un’intera famiglia” dichiara Stefan, sempre al Morgenpost


donazioni di sangue
Photo by
Leggi anche:
Il mercato delle donazioni di sangue. È etico retribuire chi dona?

 


Che caratteristiche deve avere il possibile donatore di staminali e cosa deve fare?

Può aiutare Laura chiunque sia in buona salute e abbia un’età compresa tra i 17 e i 55 anni. I documenti di registrazione possono essere ordinati gratuitamente con pochi click sul sito www.dkms.de/lauras-leben. A casa arriveranno le istruzioni, un modulo di consenso e tre tamponi. I tamponi vanno semplicemente inseriti nella cavità orale e rispediti subito dopo. Solo dopo una successiva analisi del tessuto effettuata in laboratorio, si potrà capire se è emerso un donatore compatibile.

Esortiamo più persone possibili a raccogliere l’appello di Laura e della sua famiglia. A cui vanno tutto il sostegno e i migliori auguri della nostra redazione.

(Fonte, Berliner Morgenpost)