Covid19: allarme rosso a Berlino. Verso un nuovo lockdown della capitale tedesca?

0
209
©Foto di Layla Barkat

di Rosanna Sabella

In un condominio nei pressi di Ostbahnhof, ben 44 residenti di un complesso edilizio sono risultati in questi giorni positivi al Covid19. Una portavoce del sindaco distrettuale Monika Herrmann (Verdi) ha confermato il caso dei recenti contagi. Un vero rompicapo dal momento che solo la scorsa settimana il dipartimento sanitario di Friedrichshain-Kreuzberg aveva già effettuato test approfonditi su pazienti asintomatici in “un complesso residenziale”. Ma non è finita qui.

Domenica nel quartiere est Marzahn-Hellersdorf sono state registrate 20 nuove infezioni, mentre giovedì scorso i Bezirke di Tempelhof-Schöneberg e Friedrichshain-Kreuzberg hanno riportato circa 20 nuovi casi di Coronavirus per ciascuno. Contemporaneamente Mitte ha registrato quasi 60 nuovi casi nell’arco di tre giorni. Sembrerebbero inoltre esserci ulteriori focolai a Charlottenburg-Wilmersdorf e Spandau.

Dall’inizio di giugno in base agli oltre 500 test eseguiti dalle autorità sanitarie è stata stilata fino ad oggi la seguente classifica: 198 test positivi a Neukölln, 115 a Friedrichshain-Kreuzberg, 110 nell’area di Spandau e 96 a Reinickendorf nella zona nord-ovest della capitale.

L’elemento comune ai focolai più importanti è che sono per lo più limitati a singoli condomini dove tuttavia dozzine di persone si sono infettate tra di loro con una rapidità allarmante anche in virtù degli spazi abitativi troppo ristretti, come hanno denunciato gli stessi inquilini delle palazzine interessate.

Quarantena per 200 residenti cui vengono forniti cibo e generi di prima necessità. Colpiti anche i bambini

Il portavoce del distretto ha dichiarato che le famiglie colpite sono sottoposte a ordine di quarantena e “vengono rifornite sistematicamente dal Bezirkamt (ufficio distrettuale) di generi alimentari e articoli per l’igiene”. Poiché anche molti bambini sono stati colpiti dalla pandemia, scuole, centri diurni e circoli giovanili sono stati informati della nuova emergenza. E test sierologici per verificare la reale presenza del Covid19 verranno eseguiti nei prossimi giorni dalle autorità sanitarie sui piccoli pazienti.

Quello che ancora non risulta chiaro è se l’epidemia di Friedrichshain sia correlata a quella di Neukölln. E quel che è certo è che Friedrichshain ha tardato a comunicare i dati dell’epidemia, nota all’ufficio distrettuale almeno dallo scorso fine settimana. Ogni dipartimento sanitario distrettuale decide in realtà in modo autonomo anche per ciò che concerne la gestione dei fondi destinati al controllo dell’ infezione e il Senato può impartire istruzioni solo in misura limitata.

Leggi anche: Covid19, l’eccezione tedesca. Perché in Germania il numero dei decessi è inferiore?