I tedeschi sognano le vacanze in Italia, ma il Presidente bavarese avverte: “Quest’anno, niente vacanze all’estero”

0
38
vacanze
vacanze

I tedeschi sognano le vacanze in Italia, ma il Presidente bavarese avverte: “Quest’anno, niente vacanze all’estero”

di Rosanna Sabella

Molti tedeschi stanno mostrando segni di insofferenza, a proposito delle misure restrittive anti-corona, che pure si stanno notevolmente allentando. Li abbiamo visti in più occasioni invadere urlanti le piazze al grido “Wir sind das Volk!”, in segno di protesta contro il lockdown dopo un lungo grigio inverno trascorso tra le pareti domestiche quando già incalzava la primavera.

A spegnere l’entusiasmo di molti, il Presidente bavarese Markus Söder (CSU), che nel corso della videoconferenza dell’Eurogruppo ieri l’altro ha chiesto con fermezza ai suoi connazionali di non allontanarsi dal Paese, quest’anno, e di trascorrere le vacanze in Germania. D’altro canto, l’esperienza drammatica con il coronavirus della Baviera ha sempre reso il suo presidente un monito vivente alla cautela e alla valutazione seria dei pericoli.

Le reazioni non sono state sempre composte. Di fronte alla prospettiva di prendere la tintarella sulle rive dell’Isar o dello Spree, mentre i bambini si bagnano in acque fredde e poco sicure, diversi cugini teutonici hanno espresso il loro dissenso.
Le reazioni – rimbalzate attraverso i social fra i vari gruppi e community di “Tedeschi che amano l’Italia” o che hanno nel nostro Paese legami familiari oltre che di interesse per l’arte, la cultura e il buon cibo – sono state le più varie.

“Se viene a dirci di non fare le vacanze in Italia e poi dà il benestare per la Croazia e la Spagna, beh, a quel punto mi pare inaccettabile” dichiara Ralf del gruppo Deutsche Auswanderer in Italien. “Io con mia moglie faccio una volta l’anno una piccola vacanza in Italia” racconta “spesso non troppo lontano: Lombardia, Triveneto, Emilia Romagna. Questo potevamo farlo prima del Covid19, ovviamente. Chissà se quest’anno ci riusciremo…” conclude.

Photo by Wind&Wuthering

E mentre in regioni come la Sardegna si sta addirittura pensando di istituire l’obbligo del “passaporto sanitario” gli operatori turistici italiani – già duramente provati dall’effetto pandemia – temono enormemente il contraccolpo delle restrizioni imposte ai turisti dal governo tedesco.

“Lavoro in Liguria come receptionist in un hotel” afferma Brigitte “da noi bisognerà sedersi in spiaggia con la mascherina e ben distanziati. Non so quanti tedeschi accoglieremo. Ma mi farebbe molto piacere se gli italiani tornassero a trascorrere le loro vacanze in Italia. Gli hotel e i ristoranti sono al verde. Molti dipendenti hanno perso il lavoro e non hanno ricevuto alcun aiuto dallo Stato”.

“È una catastrofe finanziaria assoluta per tutti – interviene Ursula – Io stessa aspetto con ansia di poter tornare a visitare la mia famiglia. Il monito a rimanere nel proprio paese è giusto. Tuttavia la legge dovrebbe essere uguale per tutti. Anche l’Austria ha contribuito molto alla diffusione del virus, ma nessuno ne parla…”

Il dibattito resta acceso. Uno strumento, tra gli altri, per restare aggiornati sulla situazione in Italia sono le pagine Coronavirus in Italien e Urlaub in Italien.
“Le vacanze in Italia saranno decisamente diverse quest’anno” si legge in un recente post “per gli ospiti, ma anche per gli operatori di hotel, appartamenti, pensioni e B&B”. E poi si continua con: “Questo post non vuole mettere in discussione le vacanze in Italia (dove come è noto il numero dei contagi resta alto) ma vuol darvi la possibilità di descrivere quei luoghi di vacanza o alloggi dove ricordate di aver avuto una piacevole esperienza”.

Una sorta di “amarcord”, insomma, che la dice lunga sulla nostalgia che i tedeschi già sentono di provare per il nostro Belpaese.

“Tenete d’occhio i numeri” suggerisce l’autore del post “e valutate bene i rischi… la possibilità di trascorrere una bellissima vacanza in Italia tornerà sicuramente!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here