Coronavirus a Berlino: evacuata una casa di riposo a Lichtenberg

Una casa di riposo nel quartiere di Lichtenberg-Fennpfuhl è stata evacuata nella notte fra lunedì e martedì, dopo che diversi pazienti sono risultati positivi al Covid-19. Sarebbero almeno 28 i pazienti contagiati, oltre a due membri del personale. Un portavoce dei vigili del fuoco ha fatto sapere che i 76 pazienti della struttura sono stati trasferiti in diversi ospedali della città a partire da lunedì sera.

Secondo Andreas Chickowsky, capo del servizio infermieristico che fornisce assistenza ambulatoriale alla residenza per anziani , i numeri sarebbero ancora piuttosto imprecisi. Fra i pazienti, tre sono in condizioni critiche.

Il primo caso risalirebbe al 20 aprile, quando un ospite della casa di riposo in questione è stato ricoverato in ospedale ed è risultato positivo al test per il Covid-19. In seguito a questo primo caso, sono stati testati gli altri residenti della struttura, portando ad altri risultati positivi e, infine, alla scelta del Dipartimento per la Salute del Senato di Berlino (Senatsverwaltung für Gesundheit, Pflege und Gleichstellung) di evacuare completamente la residenza. L’operazione ha coinvolto circa 50 soccorritori.

Non si conoscono ancora le origini del focolaio in questa particolare struttura, ma si sa che, dall’inizio dell’epidemia, i focolai nelle case di riposo sono stati numerosi, in Germania come nel resto d’Europa, e che sono proprio gli ospiti di queste strutture a rappresentare la fascia di popolazione per la quale il virus presenta il più alto tasso di letalità

Alla residenza di Lichtenberg sono stati successivamente apposti i sigilli dalla polizia e si stima che i residenti non contagiati potranno rientrarvi tra due settimane.

Leggi anche: Germania, il tasso di contagiosità sfiora il limite indicato dalla Merkel. Quali saranno le conseguenze della riapertura?

facebook
Twitter
Pinterest