Berlin Street Art Walk#44. Das Ministerium

0
169
Das Ministerium
Das Ministerium

di Zuleika Munizza / Berlino Explorer

Das Ministerium è il nome con il quale Yard5, graffitistore promotore dell’evento, ha selezionato 25 artisti attraverso un concorso sui social.

La temporaneità è una delle caratteristiche che definisce la streetart sin dalle origini, e che la differenzia dalle altre forme di arte. E cosa c’è di più temporaneo di una mostra che si svolge in un solo giorno e in uno spazio peraltro in dismissione? Binomio perfetto che ha reso emozionante e unico l’evento che, alla fine dello scorso anno, ha chiuso definitivamente le attività culturali in Pestalozzi strasse, Pankow.

Se da una parte è stato un peccato avere così poco tempo a disposizione per godere di lavori e opere site specific, e in una location perfetta come whitewall, dall’altra è come se questo evento avesse catturato l’essenza stessa dei murales e opere pittoriche: la temporaneità. 

Rimangono le immagini e lo stimolo a sperimentare diverse modalità di esporre.

Parlare dell’evento crea anche l’occasione e lo spunto per sottolineare quanto Berlino sempre più velocemente stia investendo energie verso altre-alte forme di arte e cultura

Non mancano di certo spazi culturali e nello specifico eventi dedicati all’arte urbana, primo fra tutti l’Urban Nation, museo dedicato alla streetart che espone sempre opere e artisti di altissima qualità. 

A soffrire del cambio di tendenza sono le attività indipendenti e non lo si sottolinea per mera polemica, ma più per una presa di coscienza del cambiamento già in atto da diversi anni. Anche la localizzazione dei centri di produzione artistica fa la differenza, quelli che ancora esistono e resistono, infatti, sono posizionati per lo più fuori dai circuiti considerati cool.

All’interno degli edifici della INTRAC, ex società per le transazioni commerciali della DDR, nel 2012 è nata l’associazione KunstEtagenPankow, KEP, un incontro tra pittori scultori e musicisti che, come tanti, cercano il loro spazio creativo.

L’associazione ha iniziato ad organizzare eventi e incontri politico-culturali e ha subito una battuta d’arresto dopo due anni, quando è stata costretta a spostarsi nel solo edificio anteriore, cosa che ha reso più difficile l’interazione e il dialogo con il pubblico. La tradizione annuale degli studi aperti è rimasta viva, fino alla comunicazione di sfratto esecutivo. Il progetto è terminato ufficialmente a dicembre dello scorso anno.

Nonostante la ricerca di un accordo con i proprietari e gli sforzi fatti per salvare il progetto, con l’inizio del nuovo anno KunstEtagenPankow è ormai solo storia.

L’ultimo evento collettivo è visitabile ancora fino al 17 Gennaio, non negli spazi originari ma all’interno della biblioteca Janusz-Korczak, Berliner Straße 120, Pankow.

View this post on Instagram

November 30! Pestalozzistraße 5-8. 13187 Berlin.

A post shared by DAS MINISTERIUM (@dasministeriumofficial) on

Foto e Ricerche a cura di: Z. Munizza, responsabile del progetto Berlino Explorer che organizza visite guidate,tra gli itinerari proposti anche Pankow.

Per Info: z.munizza@berlino-explorer.com. Pagina Facebook