“Un altro me”. Al Babylon il documentario che parla di reati sessuali “infami”

0
474

covered face photo

di Alessia del Vigo

Dopo aver inaugurato la stagione 2018 con i due capolavori dell'”Armata Brancaleone”, Mara Martinoli, curatrice dello spazio del cinema aperitivo al Babylon di Rosa Luxemburg Straße, propone per domenica 18 febbraio un documentario dalle tematiche sociali forti e poco trattate:  si tratta di “Un altro me“, del regista Claudio Casazza.
Il documentario ha richiesto un anno di riprese dentro il carcere di Bollate, dove un’equipe specializzata si impegna del 2015 a lavorare con particolare impegno con un gruppo di detenuti colpevoli di reati sessuali definiti “infami”.

Queste persone mostrano un alto rischio di commettere nuovamente lo stesso reato e proprio per questo l’equipe in questione, formata da psicologi, criminologi, giudici e infermieri, cerca di svolgere un profondo lavoro di indagine e rieducazione, al fine di capire la storia e le dinamiche che hanno spinto questi uomini a commettere determinati crimini.

Casazza, classe 1977 e attivo con diversi film e documentari dal 2009, risolve questa dicotomia utilizzando un continuo scambio tra una messa a fuoco e una messa fuori fuoco. Questa scelta è motivata dalla volontà di rappresentare la dimensione dell’altro da sé, che vale sia per lo spettatore, che guarda la storia del detenuto, sia per il detenuto stesso, che cerca di guardare i reati commessi da un’altra prospettiva.
Il documentario “Un altro me” ha vinto il premio del pubblico al Festival dei popoli ed è stato eletto documentario dell’anno 2017.

La proiezione si terrà domenica 18 febbraio alle ore 16.00 presso il cinema Babylon di Rosa Luxemburg Straße. Introduzione e dibattito saranno condotti in italiano e tedesco dalla curatrice Mara Martinoli, mentre la proiezione del film sarà in lingua italiana con sottotitoli in inglese. Al termine della proiezione si terrà, come di consueto, l’aperitivo, al quale sarà presente il regista.

I prossimi appuntamenti del Cinemaperitivo saranno invece:
Domenica 25 Febbraio, “A Ciambra” (2017) di Jonas Carpignano.
Domenica 4 Marzo, “Ella & John. The Leisure Seeker” (2017) di Paolo Virzì, con un videomessaggio del regista per il pubblico della sala berlinese.

facebook
Twitter
Pinterest